Una illuminazione sulle teorie che sto studiando in merito allo spazio tempo nel web

mrpotato

Siamo in coda all’ ultima attrazione del parco degli MGM, nello specifico il padiglione di Toy Story. Mentre camminiamo mio figlio Leonardo mi fa notare che il grande pupazzo animatronico che raffigura Mr. Potato è interattivo e risponde ,secondo alcuni programmi, alle stimolazioni sia sonore che non verbali delle persone che gli sfilano davanti. In quel momento preciso ho un’ illuminazione e capisco il motivo per cui è accaduto il problema relativo al mio blog per il quale i due anni e mezzo sono andati perduti (la parte non inerente ai miei racconti personali). Non so per quale motivo ma comincio a pensare che sarebbe bello fare un retro blog dalla mia nascita sino ad oggi (procedendo con gli aggiornamenti in tempo reale come sto facendo) perchè diventerebbe una sorta di diario online di tutta la mia vita. Ovviamente il passato va sovracommentato e non scritto a posteriori. Questo pensiero però mi ha fatto scattare alcuni ragionamenti sugli studi e la comprensione più profonda di cosa sia la rete e come la si possa usare al meglio

Lo spazio-tempo e la sua interazione tra mondo reale e mondo virtuale.

Partiamo dall’ idea e dalla teoria secondo la quale la realtà che viviamo non è un continuo spazio temporale ma ogni evento, ogni definizione che ne facciamo è una singola unità che assemblata con tutte le altre ne compone il film che vediamo nella nostra mente. Una successione di pezzi che costituiscono il nostro passato e costituiranno il nostro futuro.Facciamo però attenzione ad un fatto che probabilmente diamo per scontato. Il futuro è determinato da una succesione di eventi che arrivano dal passato, questo è quello che all’ incirca le persone percepiscono. Osserviamo invece la realtà secondo il concetto che ho appena esposto.Se ogni evento è un fotogramma singolo esso stesso non ha connessione con altri e il risultato finale dipende solo da come ne metteremo in sequenza noi i fotogrammi. A questo dobbiamo aggiungere il fatto che un articolo pubblicato nel blog è un segno fisso, indelebile nell’ eterno presente della rete. Andiamo a fondo di tale conoscenza. Il mondo è fatto di particelle elementari che, come ci spiega la fisica quantistica, sono costituite da energie ed informazione. Esse stesse sono al contempo materiali ed immateriali. Sì, è esattamente così, parliamo del fatto che tali particelle originano anche onde immateriali che vanno a modificare la realtà. Colleghiamo questo alla potenza della rete, una forma di energia continua che oggi pervade il mondo nella sua interezza. Questo significa poter originare una serie di risposte da parte della reltà scrivendo un semplice articolo che può toccare i vari stati del tempo.

Posso scrivere un articolo e datarlo nel futuro, oppure scrivere in tempo reale oppure ancora scrivere articoli di avvenimenti del nostro passato per attivarne una ridefinizione energetica che porta ad un’ apertura di nuove possibilità dimensionali. Un esempio? Scrivo un articolo di un avvenimento che è mi è accaduto dieci anni addietro. Sto incidendo nel tessuto della realtà un’ informazione in un contesto di eterno presente. Questa informazione è reale e al contempo immateriale originando così una quantità di informazioni che accendono diverse possibilità di nuovi fotogrammi della nostra vita, magari tra due giorni come tra dieci settimane. Un superamento della logica classica dello spazio tempo e che apre una possibilità di opportunità infinte e impensabili e che oggi tramite tali strumenti possiamo coordinare al meglio.

Nn voglio dilungarmi troppo su questo argomento sul quale a breve scriverò un testo specifico.

Insomma per  i lettori del mio blog si inizierà insieme anche un tuffo nel passato!

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

4 Comments

  • Conte Paolo landra ha detto:

    “Partiamo dall’ idea e dalla teoria secondo la quale la realtà che viviamo non è un continuo spazio temporale ma ogni evento, ogni definizione che ne facciamo è una singola unità che assemblata con tutte le altre ne compone il film che vediamo nella nostra mente”…. Mio caro Bogiatto non e’ cosi’,lo spazio-tempo è l’insieme di tutti i possibili eventi nell’universo.La vita di una singlola persona si svolge lungo una worldline.Una worldline è “la curva che rappresenta l’insieme degli eventi accaduti ad un soggetto”, in altre parole, la sua storia.Il futuro non dipende dagli eventi che arrivano dal passato.Il futuro e’ nella concezione relativistica il settore dello spaziotempo nel quale si trovano tutti gli eventi che ancora non sono accaduti dato uno specifico sistema di riferimento.Quindi il futuro e’ l’opposto del passato e del presente.

  • Daniele Bogiatto ha detto:

    Ciao Conte!
    Come stai? spero benissimo.
    Grazie per il tuo intervento. Conosco la definizione che diede Einstein dello spazio tempo. Putroppo non la condivido in quanto la sua visione della vita era struttrata in maniera deterministica e comunque legata alla dimensionalità della realtà. Io mi rifaccio alla meccanica quantistica e alla sua intepretazione della realtà dove la quadridimensionalità viene superata e origina una concezione diversa da quella che è la nostra mera percezione dei sensi e della mente.

  • Maurizio Fiammetta ha detto:

    Ciao Daniele,
    in merito ai post perduti ed andando… verso il passato 🙂 io ho recuperato una situazione del genere ricopiando gli articoli che erano pervenuti via email ai miei collaboratori e mettendo la data e l’orario relativi (i blog hanno questa opzione).

    Un altro tool è l’archivio storico on line di:

    http://www.archive.org/index.php
    (da questo sito ho recuperato e piacevolmente rivisto pagine di miei siti di dieci anni fa 🙂

    Nel tuo caso, essendo recenti e da un blog, la prima soluzione mi sembra la più praticabile.

    Shalom
    maurizio (((\joy/)))

  • Daniele Bogiatto ha detto:

    Ciao Maurizio,
    grazie per il tuo spunto.
    Conosco gli archivi storici, ce ne sono due importanti e uno è questo che segnali. Inoltre si può recuperare il tutto anche con la cache di Google. Quello che è stato possibile è stato fatto ma per una serie di incredibili coincidenze il mio blo doveva cambiare. Entro breve ci sarà la nuova release. Grazie ancora!

Leave a Reply

Your email address will not be published.