Una bellissima giornata senza inizio e senza fine

Oggi ho difficoltà a narrare la giornata. Ne parlavo questa sera prima di andare a dormire con Jenny, perchè la senzazione e la percezione che  ho di oggi è molto strana. Quando qualcosa si verifica nella vita, che per determinati aspetti non si è mai verificata prima, si ha di solito una sensazione di novità, di disagio, per non avere dei riferimenti precedenti e di dubbio su come e in che modo procedere nei passi successivi. Così il fatto che qui in Florida, la nostra seconda casa, in questo momento ci abbiano raggiunto tre nostri amici che, professionalmente parlando, condividono con noi importanti progetti sia di vita che lavorativi, oltre che societari, e che per la prima volta loro stessi si trovino insieme, ha tutte le condizioni per essere una situazione di questo tipo.

03_gennaio_2010

L’aspettativa è alta sia per il Real Estate che coinvolge tutti, che per i grandi sviluppi di Snm Spa per i quali lavoreremo io e Vittorio in questi giorni per gettare il filo conduttore di questo trimestre, che per la fondazione definitiva del network di investimenti,(in cui Alessandro assume una posizione decisamente importante in maniera del tutto ufficiale), che per il lavoro sull’ internazionalizzazione di Miranda di cui cominciamo a gettare le basi, integrando web e mondo reale insieme al lavoro che lei sta portando avanti con noi per la pianificazione strategica di tutto il gruppo.

03_gennaio_2010_II

Aggiungiamo il fatto che nel contempo io e Roberto, per lo sviluppo del progetto real estate e web negli Usa, siamo entrati in una fase complessa di ampliamento e progettazione nel medio lungo termine visti i risultati eccellenti del 2009. Mettendo insieme tutti questi elementi ho la chiara percezione e conferma che vi siano tutti i giusti tasselli. Invece quello che sì è verificato oggi in maniera naturale è una sorta di fluidità, di semplicità come se tutto questo fosse già accaduto o come se tutti noi lo avessimo già fatto mille altre volte e il risultato ne fosse l’epressione di un naturale movimento.

03_gennaio_2010_III

Come probabilmente sai io adoro lavorare in team, condividere i successi,fare in modo che le persone a cui voglio bene e a cui tengo possano entrare in contatto tra loro, possano camminare insieme, conoscersi e poter gioire del fatto di investire il proprio tempo con altre persone straordinarie e di valore. Fin da quando ci siamo alzati questa mattina, partendo dalla colazione che abbiamo fatto tutti insieme, passando dalla prima uscita di shopping al Best buy, arrivando alla cena serale al “All you can eat”, sino alla riunione serale, tutto è stato come se non fosse mai iniziato e non fosse mai finito. Come se fosse da sempre così. La stessa sensazione che ho provato nelle ore di lavoro pomeridiane passate con Robertdurante le quali, nonostante il tema della riunione fosse impegnativo, profondo, e che toccasse anche elementi strutturali, il tutto è stato, come sempre, eccellente. Focus sulle soluzioni, sulle opportunità, sui risultati e quasi nulla l’energia sui problemi, sulle difficoltà che inevitabilmente ogni grande ascesa, ogni grande successo porta in “allegato”.

03_gennaio_2010_V

E’ proprio vero quello che il mio amico Nello Acampora ricorda sempre nei suoi discorsi,” che la più grande abilità che possiamo avere nella vita è quella di sapersi circondare di persone straordinarie”, a questo io aggiungo ciò che ho assimilato, dopo averla sentita dira la prima volta da Roberto e che condensa in poche parole il mio pensiero di vita, ” qualsiasi sia lo sviluppo con le persone con le quali hai scelto di accompagnarti, se hai visto in esse un cuore puro tutto è possibile”. Posso oggi gratificarmi nel pensare di aver sviluppato dopo tanti anni di vita professionale così intensa tali caratteristiche? Sì,ne abbiamo parlato oggi io e Jenny insieme ai nostri figli…ci siamo “guardati”  intorno osservando le persone che lavorano con noi in qualsiasi rapporto professionale esse siano (soci,partner, manager, consulenti) e si può chiaramente averne una certezza. Se delle sole email a cui ho risposto questa sera ad alcune persone del nostro team a Torino, anche solo una di queste, in cui replicavo a considerazioni personali che mi giungevano come una sorta di condivisione personale con me dell’anno che si chiude e dei sogni che vogliamo realizzare per il 2009, sarebbe sufficiente per farmi sentire orgoglioso di tutto quello che stiamo facendo e del fatto che lo stiamo facendo insieme.

A volte ho bisogno di fermarmi a fare queste riflessioni, perchè osservare la bellezza di ciò che viene creato, sapendo che in tale creazione se ne ha un ruolo, è un modo per aggiungere ulteriore energia alle fondamenta delle credenza trainante nella vita di ogni persona. Quella di sapere che si sta facendo qualcosa di buono e di utile per se stessi e per gli altri, qualcosa di valore, qualcosa per cui avverti il calore della soddisfazione prima di addormentarti la sera. Come dico sempre, il business ne è solo la naturale, diretta e, a volte non indispensabile, conseguenza.

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.