Jenny Space. Ieri pomeriggio andando a prendere i bambini a scuola ho pensato di avere le allucinazioni. Ho visto un bus turistico, addirittura scoperto,

bus

aggirarsi dalle parti del Parco Valentino qui a Torino. Con il fatto che viaggiamo spesso, la visione mi ha portata ad un momento di confusione e per un attimo mi sono fermata a pensare in quale città fossi. Portate pazienza ma noi Torinesi non siamo abituati ai turisti e ancora non ci siamo ripresi dalla botta di vita arrivata dopo le Olimpiadi invernali del 2006.

torinotorciagm2

Ho realizzato quasi subito che l’evento era riconducibile all’ostensione della Sacra Sindone di questi giorni. Ho letto che per la prima volta questo evento avrà dei veri e propri sponsor, in testa  Fastweb e Robe  Kappa. La presenza di Fastweb è in sintonia con l’era digitale,  infatti darà la possibilità  a coloro che non possono partecipare direttamente, di seguire l’evento da casa attraverso internet. In più Fastweb mette a disposizione dell’organizzazione la propria tecnologia per migliorarne l’organizzazione. La sponsorizzazione da parte di  Robe di Kappa prevede la donazione di un  pettorina viola ai volontari, tale colore li renderà riconoscibili in modo da poterli facilmente individuare tra la folla.

RobediKappa_01

Tra l’altro, per gli amanti di Robe di Kappa e Superga, c’è il sito dello Spaccio di Robe di Kappa, con prezzi bassissimi e di solito spedizione gratis e sconti fino al 90% che  vale assolutamente una visita! Per tornare in tema, i turisti attesi a Torino sono migliaia e la città si appresta ad accoglierli (.. spennarli).

pollo Non per essere di parte (quindi lo sono..) ma Torino è in effetti, soprattutto in centro, una gran bella città, che può far concorrenza a moltre altre mete turistiche ben più conosciute. Il problema è anche che energeticamente Torino  è una città bravissima a creare, ma poco a conservare e a pubblicizzare. Ciò che viene fatto qui poi finisce da altre parti, sarà l’acqua del Po che porta via.. Fatto sta che con questi turisti anche io mi sento più torinese, sorvolando sul fatto che in effetti sono Canavesana (Il Canavese è una zona della provincia di Torino verso le montagne). Solo che la zona del Canavese non la conosce nessuno tranne pochi affezionata alla saga di Elisa di Rivombrosa, che non ho visto ma so che ha avuto molto successo, che era ambientata proprio nel Canavese nel Castello di Agliè.

images

Daniele mi dice spesso che ogni tanto è difficile fare lunghi discorsi con me, perche la mia creatività mi porta, anche quando parlo, a saltare “di palo in frasca”, in effetti rileggendo l’articolo partito dallo spunto di aver visto un bus turistico, collegato alla Sindone, e arrivato ad Elisa di Rivombrosa, mi sa che forse, ma proprio forse, ogni tanto ha ragione..

pallina-creativita

About Jenny Bogiatto

Leave a Reply

Your email address will not be published.