Technobia, il villaggio eco-tecnologico per un nuovo Rinascimento

Questo articolo che scrivo oggi penso sia quello più importante di tutta la mia vita perchè inciderà in maniera profonda nella nostra esistenza e in quella di molte, molte persone. Quindi, a differenza di tutto quello che ho scritto sino ad oggi, ti chiedo qualche minuto in più di attenzione perchè questo non è un testo  breve.

Il tempo di fare qualcosa di grande è arrivato.

Cerchiamo dentro di noi le risposta alla domanda su quando è il momento giusto di realizzare il nostro progetto. E’ difficile darsi una risposta perchè il momento giusto non esiste se non nello stesso istante in cui decidi. Io e Jenny abbiamo tracciato il nostro a grandi linee nel 1995 e oggi dopo 15 anni di percorsi,di vita vissuta, di successsi imprenditoriali e di crescita personale e professionale abbiamo avuto la certezza che il momento sia arrivato. In maniera consapevole ed inconsapevole al contempo le grandi persone che oggi sono con noi nel team della dbcompany si sono avvicinate proprio perchè hanno avvertito un disegno più grande di quello business. Come narro sempre dal palco il business, il denaro e lo sviluppo professionale sono la parte visibile e tangibile di una missione e di valori più grandi.

Più volte ho parlato in convegni, conferenze, seminari e di fronte ormai a migliaia di persone del fatto che il mondo è cambiato,che viviamo in una nuova era e che il rinascimento di questo nuovo mondo parte dall’ Italia e nello specifico da noi Italiani. Un rinascimento prevede un nuovo modello sociale che possa essere in linea con i mutamenti avvenuti e anzi che  sia un motore di nuovi miglioramenti.

La società in cui viviamo spinge alla progressiva disgregazione delle famiglie intese nel senso ampio della parola, al fine di creare sempre più elementi singoli che possano essere consumatori autonomi e perfettamente produttivi e che si rendano poco conto del fatto che oggi il mondo offre possibilità e potenzialità immense nella miscelazione tra mondo reale e web soprattutto se combinato con una formazione e crescita personale adeguata. Questo genera un senso di solitudine, di infelicità e di insoddisfazione che si avverte nei tessuti sociali in maniera evidente e che viene amplificata dal potere del web. Uno strumento che può fare qualcosa di miracoloso se ben combinato e ben utilizzato oppure diventare un semplice megafono di elementi negativi.

Aggregare è un modo per creare un nodo di sviluppo di questa nuova cultura permeato da valori precisi, da un’ etica trasparente, da una missione precisa di accrescimento del benessere di ogni individuo, che consenta a tutti di cogliere al massimo le opportunità della nostra era. Un villaggio eco-sostenibile creato tramite i principi della bio-architettura e feng shui, perfettamente integrato con la natura ed altamente tecnologico dove formazione, crescita personale , business si miscelino con un nucleo di famiglie e/o persone singole che credono nel valore della famiglia, è la risposta per fare in modo che si possa, con il sistema del co-housing e del co-business, condividere un percorso di vita, di futuro di grande livello.

TECHNOBIA

Questo è il suo nome. Un progetto che parte prima dall’ aggregazione di 33 nuclei famigliari che condividono missioni e valori e che originano la creazione di questo ecosistema integrato tra passato e futuro e che solo successivamente originerà un luogo fisico dove si andrà ad insediare concretamente il villaggio. Passato e futuro in integrazione, quindi recupero di una costruzione di grande respiro oggi sicuramente abbandonata e con una sua storia antica ma che vedrà nuova vita in una regione che oggi definisco probabilmente in Toscana od Emilia Romagna. Tale struttura sarà il nodo centrale e grazie al progetto associativo vedrà nascere dei nodi nelle varie città italiane che porteranno avanti questa formazione di integrazione tra web e mondo reale tenuta insieme da valori umani importanti. Dei fari di luce nelle varie città che possano aiutare le persone e le famiglie ad uscire da un modo di vivere il mondo che oggi è diventato obsoleto.

TECHNOBIA

Un villaggio completamente autosufficiente sia come produzione alimentare che di energia, ad impatto ambientale quasi nullo e con sistemi di riciclo perfettamente integrati con l’ambiente. Ogni nucleo famigliare conserva la propria individualità e proprietà personali e spazi privati sia come abitazione che terreno circostante. La bellezza è la condivisone e la missione degli spazi comuni. Aree riservate per lo sport, per il contatto con la natura, area per le convention e la formazione, alta tecnologia integrata e lavoro diretto senza spostamenti dal nucleo centrale. Il web consente di essere in contatto con tutto il mondo anche senza stare nelle grandi città. Uno spazio ricettivo per i non residenti, la Light House che tanti, tanti anni addietro Jenny aveva visto in cui le persone in difficoltà possano risiedere per un periodo avendo l’opportunità di formarsi per poter riconvertire le loro competenze e conoscenze in modo che siano adeguate al nuovo mondo professionale che stanno vivendo.

TECHNOBIA

Il posto, il luogo fisico dove chi camminerà con noi avrà la certezza di essere in un sistema in cui non sei mai solo e le responsabilità vengono suddivise in maniera precisa al fine di ottenere un benessere e una ricchezza costante per se stessi, i propri partner e i figli che fanno parte della nostra vita. Un luogo fisico che nel nostro caso aggrega tutto quello che stiamo facendo da tempo. Web Business e formazione specifica per questo mondo in cui il web e il reale si sono fusi. Un lavoro che ci regala soddisfazioni quotidiane e che ci aiuta e ci aiuterà con la ricchezza generata a creare benessere per tutti. Questo perchè come il web anche il nostro progetto è fatto a nodi, di cui Technobia ne è quello centrale.

Condivisione, flussi di informazione che scorrono da e verso, sharing e proprietà privata sono gli elementi che insieme al social business che ho appreso da Yunus ne fanno il motore economico. Un villaggio eco-tecnologico che si integra nella società in cui viviamo e che anzi ne è la spinta per un miglioramento costante e continuo creando per genesi altri nodi.

Arriveranno anche le società e i professionisti giusti a sostenerci, ad aiutarci e a credere in un progetto in cui le menti eccellenti potranno dare il loro contributo dimostrando al mondo intero che si possono fare grandi cose mantenendo i valori fondamentali e generando valore e benessere integrando tecnologia, ambiente e crescita delle persone.

Arriveranno le persone e le famiglie che vogliono condividere con noi questo cammino assimilando missione e valori e che credono in una possibilità di un modello sociale più intriso della condivisione tra gli esseri umani. Una condivisione vera non quella a cui assistiamo quotidianamente fatta di corse, affanni, cellulari che squillano, televisioni accese, orari di lavoro impossibili e consumismo sfrenato.

Noi lo abbiamo generato per conto nostro in questi anni, un’ isola felice in cui stiamo bene e viviamo la vita che desideriamo. Questo significa che è possibile un ampliamento di questo modello, un salto avanti nella vita in generale. Alzarsi al mattino e sapere che si sta costruendo qualcosa di grande, di entusiasmante che va oltre il puro business fine a se stesso ma che ne è la naturale conseguenza. E che quando ti alzi sai che la tua giornata sarà in un posto stupendo, immerso nella natura ed altamente tecnologico al contempo garantendoti tutte le comodità del caso, e che condividerai la giornata con altre persone a te pari che credono e realizzano ogni giorno una crescita personale e professionale di notevole importanza. Poter passare il pomeriggio in silenzio a passeggiare in un bosco mano nella mano con la persona che ami nel bel mezzo della settimana sapendo che non devi correre continuativamente per produrre denaro perchè questo a monte è un aspetto risolto che funziona grazie alla forza del gruppo in cui vivi. Sapere che i tuoi figli condividono il proprio tempo con altri figli cresciuti nell’ attenzione e nell’ amore delle loro rispettive famiglie. Sapere che oggi sei tu a dare il tuo contributo e che domani sarà un’ altra persona a farlo con te. Prima dare  e poi ricevere, prima ricevere e poi dare in un’alternanza che solo il web ti insegna in maniera diretta.

TECHNOBIA

Il villaggio eco-formativo dove i migliori nei vari settori vengono e tenere convention e conferenze perchè sono riconosciuti come fomatori o imprenditori etici  e che quindi vengono diffusi sul web tramite la strumentazione che interfaccia l’area dedicata con il mondo virtuale.

TECHNOBIA

Un sogno che diventa realtà oggi. Prima l’aggregazione e la creazione dei valori e missione condivisi con la costituzione dell’ associazione che ne sarà da traino. Quindi l’ aggregrazione di nodi nelle varie città tramite l’associazione di centinaia di persone che condivideranno con noi il nuovo mondo fatto di valori umani, web e mondo reale…il nuovo Rinascimento.
Quindi l’arrivo del luogo fisico, dei professionisti, delle società che saranno partner e sponsor di tale realtà con la presa di residenza fisica di Technobia. Il nodo si assesterà e comincerà a diffondere un modello sociale eco-sostenibile che erogherà prima di tutto come esempio e quindi come comunicazione e formazione quello che effettivamente è il nostro mondo attuale, il mondo in cui realmente viviamo e che ai più sfugge perchè ancora il web viene considerato come una innovazione tecnologica mentre è prima di tutto un cambiamento sociale, economico e psicologico di grande portata.

Se qualcosa di quello che ho scritto ti ha toccato, ti ha fatto riflettere o semplicemente avverti una sensazione che ti ha guidato nell’ arrivare sino al fondo di questo articolo potrebbe essere che in qualche modo in maniera diretta o indiretta tu abbia un ruolo in tutto questo. Potere del web, comunicazione e sincronicità. Cosa ne pensi?

 

17 Comments

  1. Mario Furlan scrive:

    Un grande progetto ecologico e umano scaturito dalla mente di uno straordinario visionario. Sono i visionari che cambiano il mondo!

  2. CHRISTIAN GHEDINA scrive:

    IL FUTURO PRESENTE!
    Il monento di agire è arrivato e ora come non mai la globalizzazione deve portare i suoi futti; sfortunatamente il potrere e le risorse sono in mano alle persone piu’ sbagliate le quali con ingordigia calpestano i diritti e le ricchezze del popolo mondiale.
    Fortunatamente abbiamo la possibilità, tramite i nuovi sistemi di comunicazione, di creare un movimento per poter unire in un unica voce che il futuro è nostro.
    Benvenuta crisi del bene-avere, adesso è arrivata l’opportunità del rilancio dei nuovi valori per una vita fondata sul ben-essere; mettiamo le fondamenta per un futuro migliore ai nostri figli.

    Sei solo un un piccolo filo fragile e sottile, ma intrecciato ad altri,sei una grande corda robusta e indistruttibile.

    Dedicato al pilastro della mia vita: la mia FAMIGLIA!

  3. alberto ranzato scrive:

    non avevo ancora letto questo articolo, sebbene leggo quai tutti i giorni il tuo blog Daniele. E resto sorpreso e sbalordito da un fatto: sono arrivato a leggere questo post tramite il tuo tag in una nota di FB proprio nello stesso istante che stavo iniziando a leggere il libro di Yunus ‘un mondo senza povertà’… bellissimo progetto. lo sostengo pienamente. quindi alla tua domanda ‘cosa ne pensi’ ti rispondo con le tue parole: Potere del web, comunicazione e sincronicità.
    ciao, a presto. alberto

  4. Ciao Alberto, grazie per il tuo commento…nulla accade per caso :-)

  5. massimo volpi scrive:

    Ciao Daniele, non ho ancora avuto il piacere di conoscerti personalmente…sono arrivato a leggere il tuo articolo tramite Claudio Vitali e venerdì sarò presente, sempre grazie a lui, all’ Evento dell’anno…:-)…mi sento però di fare un piccolo commento a questo articolo: mi sono emozionato leggendolo, perchè è un “quadro” che ho immaginato più volte nella mia mente e mentre leggevo pensavo ” vedi che si può fare!…c’è qualcuno al mondo che oltre a sognare, agisce!!! “…credo che avremo occasione di incontrarci prima o dopo…nulla avviene per caso…Claudio Vitali l’ho conosciuto sulle piste da sci e abbiamo parlato di tutto tranne che di lavoro…qualche giorno dopo ho avuto l’esigenza di guardarmi intorno per trovare qualcuno che mi aiutasse a migliorare la posizione della mia agenzia sul web…ho chiamato Claudio…ed eccoci qui…a presto!

  6. Ciao Massimo! Stupefacente! Ci vediamo domani :-)

  7. eusebio gualino scrive:

    Ciao Daniele,
    non ho visto il mio primo commento al tuo progetto…
    io ho fatto agraria la mia prima e più grande passione ….
    ho pensato tutta la vita e lo penso tuttora che quello che tu hai scritto è la visione nitida di ciò che penso ieri ti ho partlato del sito dove potrebbe essere….
    adesso ho risposto ad una richiesta di amicizia di Francesco
    (era ieri con noi) ho visto che aveva
    http://www.autosufficienza.com/
    70 ettari…… guarda le foto…
    ciao

  8. Ah questo Daniele! Una ne fa e cento ne pensa.
    Sono,ancora una volta, piacevolmente colpita dall’energia, dalla passione, dalle idee, dalla progettualità.Bene, avanti così.

  9. Caro Daniele,
    ti ho intercettato casualmente sul web nel 2009, incuriosito dalla tua qualifica di superesperto eBay e non meno dal progetto DBWebgate che mi ha portato, in occasione di un corso a Milano, a visitare a fine settembre la sede di via giambellino dove ho potuto conoscere i dettagli del progetto e il tuo bellissimo libro.

    Seguo periodicamente il tuo blog (dal quale attingo ispirazione!) dopo averti visto in occasione dell’evento WebReevolution di Roma. Non è consueto trovare in Italia una persona creativa, innovativa e concreta come te.

    Dalla descrizione di Technobia percepisco la tua voglia di proporre un modello di vita sostenibile e di qualità alternativo alle giungle metropolitane di oggi. Un progetto certamente dirompente e coraggioso che potrebbe portare a grandi cambiamenti sociali (in positivo).

    In bocca al lupo e … chissa se un giorno riusciremo a farci una chiaccherata. Mai dire mai!

  10. @Raffaele – grazie per il tuo commento, potresti venire il 29 maggio a Milano per il web training day visto che eri già entrato in contatto con noi! ciao :-)

  11. ALESSIA CATTANEO scrive:

    Buongiorno Daniele
    ho letto il tuo progetto TECHNOBIA e sarei interessata ad entrare a farne parte.
    Potresti cortesemente considerarmi e farmi sapere come partecipare per a questo meraviglioso sogno.
    Ti ringrazio
    A. cattaneo

  12. Antonino Musolino scrive:

    Ciao Daniele

    Ho letto il tuo articolo e, verosimilmente, ho fatto un tuffo nel passato, quando ancora non conoscevo gli uomini. Il tuo è il progetto dei progeeti quello che tanti sognano, ma al risveglio si scontrano sempre con il “fattore umano”. Ho sempre avuto un dubbio in questi tipo di progetti…. come fare a gestire il fattore umano (per fattore umano intendo i sentimenti che noi proviamo ..). Se hai una soluzione anche per questo … mi piacerebbe prendere parte al tuo progetto

    Complimenti … non bisogna mai smettere di sognare!!!

  13. Lina Cua scrive:

    Che dire Daniele, sono arrivata al fondo dell’articolo rapita da quello che scrivi; la mia sensazione è stata di amore, mi hai trasmesso tanto amore e mi vedevo in questo villaggio fantastico, mi vedevo a partecipare a tutto ciò, e questa sensazione mi fa stare bene. Grazie x questo bellissimo stato d’animo e tanti complimenti. Lina

  14. Sono convinto che qualche popolo in qualche tempo abbia vissuto con presupposti molto simili ed abbia assaporato la sensazione di essere in una grande famiglia comune. Il denaro, il potere, l’ingordigia e la tecnologia ci hanno allontanato da tutto cio’. Strumenti usati male che invece di avvicinare ed agevolare… allontanano.
    Nasce una nuova e fondata speranza che i vecchi, buoni e sani valori siano nuovamente il vero motore di vita. Grazie.
    Alex Print

  15. Francesco Mario D'Agostino scrive:

    Missione di vita Technobia! Mi sono emozionato nel leggere l’articolo…più andavo avanti più aumentava l’emozione nell’aver trovato in te concretezza del mio sentire: valori fondanti per l’essere umano sono posti, giustamente, sopra ogni altro valore. Nel bellissimo progetto ho trovato la serenità…come di incanto nella mia mente e nel mio animo, protesi nel cercare di coniugare ecosotenibilità , sviluppo e modernità, si sono “incastrati” tutti i miei sogni: da quello degli edicifi abitativi con impatto zero sull’ambiente a quello dell’autonomia nella produzione, ma sopratutto nell’autonomia e cultura del riciclo. E’ in questa direzione che vedo il futuro ed avere l’opportunità di partecipare , anche in piccolissima parte, mi renderebbe felice. Da questo momento, grazie a te, ho la netta percezione che i sogni si possono avverare.

  16. Fabrizio scrive:

    Progetto entusiasmante e di grande aspirazione….Condivido e contribuisco con le mie energie a renderlo reale, si parla di un nuovo mondo!! Uniamoci e azioniamoci per farlo….grazie Daniele per l’opportunità….

  17. Andrea Giovannini scrive:

    É proprio quello che io e mia moglie cercavamo da tempo! Ma a che pu to’ siete? Vorremmo prendere contatto con voi. Non siamo imprenditori o liberi professionisti, ma dipendenti di una Agenzia pubblica. Abbian però sempre sentito la necessitá di cercare un modo di vivere diverso da quello i pistoni dalla societá odierna. Speriamo di conoscervi presto!
    Andrea e Mariangela

Leave a Comment

 
 



 

Recent Comments

  • Alex Stampatore: Chiedere, durante una business coaching, di redigere un budg…
  • Dan Bogiatto: Ciao Alessandro, grazie per il tuo commento. Vado a leggere …
  • stefania.suriano: straordinario anche il video!!! l'energia sottile è un qual…

Ultime Foto

Apertura_TheGamepalco_TheGame1911696_492559930856051_146085017_n1794599_492560027522708_1626087740_n1969373_492560154189362_1347726302_n1622633_492560187522692_943630462_n1974983_492560254189352_457028660_n1798393_492560424189335_303519599_n