Jenny Space. Cosi’ ci siamo, siamo partiti alla volta di un nuovo viaggio trasformazionale con tutta la famiglia. E’ gia’ passato un anno dall’ultimo viaggio che ci ha portati alla scoperta di un’altra parte di questo grande e sfaccettato paese a stelle e strisce. L’ultima volta abbiamo preso la strada dell’ovest che ci ha portati in Louisiana, Alabama, Mississippi, Tennessee e Georgia per poi tornare in Florida. Questa volta la  direzione e’ verso nord per percorrere la costa est fino a New York City e ritorno.

DSC01807

Partenza come da tabella di marcia alle 8.30 dalla nostra casa di Sarasota con la foto di rito che solo la grande  Maria Vicenti poteva farci e alle 13 arriviamo nella piu’ antica citta’ degli Stati Uniti che e’  St. Augustine.

DSC01818

Per sconfiggere la temperatura da fornace andiamo nella prima tappa che ho scovato su internet: The Hyppo. Una gelateria artigianale cult in cui fanno solo gelati su stecco fatti esclusivamente con frutta fresca lavorata in laboratorio dal proprietario.

DSC01829

Non per niente sono al primo posto su Tripadvisor! Il gelato e’ buonissimo e fresco, ci ritempriamo e siamo pronti ad andare alla scoperta della citta’ vecchia.

DSC01824

L’old Spanish Village ci aspetta, un’immersione indietro nel tempo animata dalla presenza di figuranti in costume.

Assistiamo alla presentazione con tanto di domande a raffica nei nostri confronti dalla finta lavoratrice di pelle di un antica pelletteria. Riusciamo a salutarla e giriamo un po’ nel borgo. Data la calura vediamo come un’oasi delle panchine sotto gli alberi con dei turisti intenti ad ascoltare una donna in costume.

DSC01831

Come agnellini col lupo ci dirigiamo ingenuamente in quella direzione e seguiamo il gruppo che dopo pochi secondi si alza e segue la gentil dama. In men che non si dica ci ritroviamo con il gruppo dentro un’antica casa e quando ci rendiamo conto che e’ una visita guidata e’ troppo tardi. Siamo perduti. La dama con un suo finto compagno imbastisce una scenetta continua di vita familiare in ogni singola stanza.

DSC01832

Alla faccia della piccola casa, le stanze non finivano piu’ e non c’era alcun modo di poter scappare. Dopo aver smesso di ascoltarla mi stavo guardando in giro quando incontro i suoi occhi nei miei. Mi aveva fatto una domanda? Cinquanta per cento di possibilita’ rispondo yes timidamente, lei non molla e continua a guardarmi.. cavoli..ho puntato male.. rispondo decisa un bel No thanks. Ecco.. mi aveva chiesto se avevo visto bene dal fondo come rifacevano una volta i letti e dopo la mia risposta si fionda nella stanza apprestandosi a rifarmelo vedere sotto lo sguardo accigliato degli altri avventori. Non ce la posso fare, la inseguo sentendo da dietro la risata di Daniele e  simulo una turista semi analfabeta per impietosirla, la farsa riesce e molla la presa. Nel frattempo ci accorgiamo che nel nostro trolley e’ esplosa una lattina di coca cola che perde dal fondo, lasciando gocce come pollicino lungo tutto il percorso della casa antica… Cestini nel 1500 no eh?? Ultima stanza con rappresentazione domestica, entusiasmante come mettere le dita nella corrente.

DSC01837

Ho come testimone una signora che incurante di tutti si addormenta sul tavolo… Finalmente la visita che abbiamo soprannominato “Esci se riesci” termina e scappiamo con il nostro trolley gocciolante direttamente verso l’uscita senza neppure passare dal via.

Pochi passi e siamo nel Pirate and Treasure Museum.

DSC01840

Le recensioni erano molto positive e genuine, infatti e’ davvero bello, pieno soprattutto di oggetti reali e non rifacimenti. Io mi incanto davanti un’originale enorme bandiera dei pirati , la cosiddetta Jolly Roger: un mito!!

Usciti dal museo per la merenda decidiamo di passare da un’altro negozio cult di St. Augustine Pop. N Off. 59 diversi gusti di pop corn!

DSC01843

In realta’ non sono cosi’ tanti disponibili ma molto caratteristici e con possibilita’ di degustazione. Aglio e parmigiano e’ un gusto delizioso anche se poi ci vuole una tanica di acqua per togliere il sapore…

Dato il caldo spettacolare alle 17.30 decidiamo di andare a prendere possesso della camera dell’albergo. Qui scopriamo una cosa interessante. Di soliti gli alberghi di media qualita’ come gli Inn, dispongono di una sola suite ed e’ immensa. Una camera normale in un albergo di categoria medio alta o alta spesso e’ piu’ piccola e piu’ cara che  la suite in uno di categoria media. La nostra sistemazione e’ enorme con cucina, salotto, 2 bagni e 2 camere divise ad un prezzo decisamente inferiore a quello del servizio. Sono curiosa di scoprire se e’ cosi’ anche in altre catene.

Dopo un paio d’ore di riposo usciamo per la cena verso la parte non storica di St Augustine. Pensavamo di trovare una normale citta’ invece piacevolmente scopriamo una citta’ deliziosa e curatissima, con splendidi edifici e case tutte con caratteristiche comuni. Ricorda la vecchia Europa, una sorpresa davvero. Dopo cena una bella passeggiata notturna con un caldo ancora incredibile per l’orario e alle 21.45 ritorno in albergo per far andare a dormire i ragazzi.

DSC01861

Una bella giornata, un bel modo di iniziare questo viaggio con la curiosita’ di scoprire dove ci portera’, non solo al di fuori, ma soprattuto all’interno di noi.

Jenny

About Jenny Bogiatto

One Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.