Secondo giorno, l’arrivo a Miami cominciando da Miami Beach

Anche senza sveglia alle sette del mattino siamo tutti in piedi. Io mi preparo ed esco per l’allenamento. Come mi ha indicato Fabio Pertile, il mio coach, devo rimanere sui quattro km di corsa a 140 battiti al minuto e 2 km di camminata veloce anche se mi sento così bene che potrei tranquillamente fare il doppio senza nessun problema. Da buon atleta fermo ormai da oltre due anni so che è importante rispettare le tabelle di allenamento e soprattutto il coach che ti sta allenando. La mia corsa è oggi sulla spiaggia di Naples in uno scenario fantastico; l’energia del mare è incredibile e mi consente, in uno stato quasi meditativo, di far affiorare moltissime idee. Al mio rientro terminiamo i preparativi e alle 9, 30, dopo una puntata da Starbucks per colazione, siamo in viaggio sulla Tamiani Trail attraverso la riserva indiana in direzione Miami. Jenny ha trovato un eccellente albergo che raggiungiamo alle 12,30.

Alla reception mi parlano in spagnolo misto italiano…è proprio come si legge nelle guide, l’ inglese qui è quasi una seconda lingua. Dopo esserci sistemati usciamo per dirigerci alla mitica Miami Beach. La temperatura è decisamente più alta, qui molte persone fanno il bagno in mare.

29 dicembre 2009_III

Lasciamo l’auto in un parcheggio multipiano e ci dirigiamo sulla Washington Avenue per recarci al famoso negozio di tatuaggi Miami Ink. Questo negozio e i suoi titolari sono diventati delle star grazie alla trasmissione su Sky “Miami Ink” di cui siamo appassionati. E’ di rito scattare alcune foto all’esterno del negozio.

29 dicembre 2009_IV

Purtroppo i titolari non sono presenti ma la loro straordinaria automobile sì!

29 dicembre 2009_V

Tappa successiva il pranzo. Decidiamo per la cucina messicana (che abbiamo scoperto essere di nostro gradimento), specificatamente ci fermiamo da Pepper’s.

29 dicembre 2009_VI

Finito il pranzo ci spostiamo in spiaggia.Lo scenario è bello, non straordinario come natura, ma in linea con quello che i film ci hanno insegnato in tanti anni di Hollywood. Ancora una lunga passeggiata e poi al calar del sole puntiamo dritti verso il centro di Miami.

29 dicembre 2009_VII

Qui invece lo spettacolo è mozzafiato. Dal ponte che stiamo percorrendo la vista della città illuminata vale la pena da sola del “prezzo del biglietto”. Un cartolina reale da conservare.

29 dicembre 2009_X

Rietriamo in albergo, siamo abbastanza stanchi. La cena la ordiniamo con il delivery di papa John’s direttamente consegnata in stanza. Questa sera ho molto da lavorare per approfondire il nuovo strumento di comunicazione che abbiamo appena lanciato di cui sono estremamente soddisfatto. Capodanno si avvicina e come sai quando un periodo si conclude è il momento di rivedere ciò che si è fatto nell’anno, dei risultati raggiunti, degli obiettivi che siamo riusciti ad ottenere e di quelli che ci sono sfuggiti. Io e Jenny abbiamo un nostro piccolo rito che ripetiamo da tantissimi anni. Srotolando a ritroso i vari mesi parliamo di quelle persone che all’ inizio dell’ anno che si è concluso o si sta concludendo nemmeno conoscevamo e che oggi invece in qualche modo ricoprono un ruolo importante nella nostra vita. E’ un modo di celebrare la magia della nostra esistenza, le sincronicità, le coincidenze.

E tu, hai qualche persona che oggi è molto importante per la tua vita e che dodici mesi addietro magari nemmeno conoscevi?

29 dicembre 2009_XI

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

4 Comments

  • christian casalena ha detto:

    Ciao Daniele, alla tua domanda non posso che rispondere…
    Nel 2009 ho conosciuto due persone importanti, la prima un medico-tecnico specializzato di Bologna e la seconda persona sei tu. Daniele ancora oggi a distanza di 10 mesi, conservo minuziosamente tutte le mail iniziali di contatto che ci siamo scambiati. Buon Capodanno!!

  • Maria Vicenti ha detto:

    Dodici mesi fa non conoscevo Anthony Robbins.La sua conoscenza ha contribuito alla mia trasformazione interiore,una persona sicuramente importante, determinante, per la mia crescita e i miei cambiamenti.Ma tutto questo grazie alla scoperta e all’approfondimento della vicinanza con te Daniele e Jenny. A fine anno vi dico!!! GRAZIE !!! BUON 2010!!!

  • Daniele Bogiatto Daniele Bogiatto ha detto:

    Mi ricordo tutto come se fosse adesso, un grande percorso che ti porterà molto in alto!!!

  • Daniele Bogiatto Daniele Bogiatto ha detto:

    Eravamo ad una spanna e quando è stato il momento giusto abbiamo aggiunto un grande valore alle nostre rispettive esistenze…la magia della vita!

Leave a Reply

Your email address will not be published.