Natural History Museum di Londra – un perfetto esempio di modello Freemium

natural

Nella giornata di ieri, come puoi leggere dall’ articolo di Jenny, ci siamo recati al Natural History Museum di Londra. Un posto spettacolare e degno di essere visitato con la massima attenzione. Ogni dettaglio di un luogo creato per fare ciò che sta facendo è visibile ad un occhio attento. Ogni colonna presenta delle sculture straordinarie che individuano in quale sala ti trovi (acqua, terra e così via) e le esposizioni sono straordinarie e curate sino al minimo dettaglio. Una visita completa necessita di giorni sempre in continua espressione di curiosità da parte dei nostri occhi. Ieri ero particolarmente stanco e così lasciando per una decina di minuti Jenny e bambini (ormai per Leo ragazzino) girovagare per il padiglione dei dinosauri mi sono fermato ad osservare le persone che mi scorrevano innanzi e che passavano da una sala all’altra, dallo shop al ristorante e ho analizzato il modello di business del Museo.

Prima di tutto; ingresso gratuito. Sì, hai letto bene, ingresso gratuito. Questo genera un flusso di persone molto maggiore considerando che se fosse a pagamento per quello che offre dovrebbe costare molto. Inoltre genera, per la legge della compensazione, una spinta maggiore a dare qualcosa indietro da parte del fruitore. La parte gratuita è praticamente tutto il museo in tutte le sue parti, quindi un’ offerta di altissimo livello. Da dove proviene il profitto? Le mostre temporanee sono a pagamento e mentre si visita si è propensi, visto che non si è speso per l ‘ingresso, a pagare per vedere qualcosa in più.

E poi?

Ogni sala termina ad imbuto negli shop curati e ricchi di merce di ogni tipo ovviamente coordinata con ciò che si è appena visitato. I prezzi? Adeguati e non gonfiati solo perchè vengono venduti nel museo. La mente vuole ciò che l’occhio vede e quindi qualche articolo è facile che venga acquistato.

E poi?

Il museo è grande e non si può mangiare all’ interno mentre si cammina. Ci sono i ristoranti per questo ed anche qui i prezzi sono normali. Che cosa fare quindi? Uscire e rientrare? Difficile, meglio rimanere a mangiare all’ interno.

Ecco come fare profitto. Abbiamo visto le due mostre a pagamento (stupende), abbiamo acquistato qualche articolo e abbiamo mangiato al ristorante. La nostra sensazione? Quella di essere stati totalmente liberi di scegliere senza nessuna imposizione.

Eccellente….rivediamolo insieme per la tua impresa

1 – Hai un accesso gratuito a quello che proponi, servizio o prodotto che sia?

2 – In caso di “acquisto” della tua proposta gratuita dai la possibilità al cliente di fare un’ upgrade?

3 – Alla fine della proposizione hai un imbuto dove lasci libero il cliente di vedere ciò che vuole comprare?

4 – Hai insieme al prodotto o servizio principale una serie di elementi di vendita accessori che fanno profitto oltre la semplice copertura del costo di offrire qualcosa di gratuito?

5 – Il tuo modello di business come impresa o libero professionista lascia un’emozione positiva di libertà al cliente (ovviamente oltre essere un’emozione deve essere vero che il cliente è libero o meno di comprare, potrebbe anche fruire della tua parte gratuita per sempre…)

Se manca qualcuno di questi pezzi (o più di uno) allora è meglio colmarli, le aziende che non fanno questo stanno uscendo dal mercato. La cultura freemium della rete si sta sempre più radicando nel mondo reale!

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.