Macy’s e Moma due volti della City

Jenny Space. Il sole sorge sull’ultima nostra giornata di questa grandiosa settimana trascorsa a New York.
Anche questa mattina la family e’ divisa, Daniele ha altri appuntamenti importanti  e i ragazzi ed io ci dirigiamo verso la 34th per visitare i piu’ grandi magazzini del mondo, quelli di Macy’s.  Se ben ricordo i piani erano 9 anche se il meglio della dimensione e’ in larghezza dato che ogni piano e’ un labirinto immenso.

DSC03528
Mi immaginavo un centro piu’ vario come articoli, invece il 90% e’ abbigliamento, il restante 10 % scarpe, accessori e prufumeria.
Dopo una decina di minuti Raffaello e Leonardo volevano strangolarsi con dei lacci di scarpe in saldo. Beatrice ed io siamo riusciti ad trattenerli ancora per una mezz’ora, poi hanno ceduto e siamo usciti. L’unica altra soluzione possibile era mettergli un anello al naso, un paio di ruote e trainarli. Non mi e’ sembrato carino anche se per la profumeria avrei potuto cedere… Cosi’ ci siamo messi a camminare con calma entrando a visitare qualche negozio, avvicinandoci al punto di incontro con Daniele che ci aspettava all’uscita della subway.
DSC03545
Daniele era straordinariamente contento dei risultati ottenuti con gli appuntamenti del mattino e anche della sua missione semi-segreta inerente al mio compleanno. Ieri sera ero riuscita a convincere la mia truppa a seguirmi al museo di arte moderna, il mitico Moma.
DSC03548
Ora, premetto che io amo molto l’arte , ma in prevalenza quella “datata” , anche se non sono un’appassionata di arte moderna, desideravo comunque visitare un must come il Moma anche perche’ avevo letto che c’erano anche quadri di Salvador Dali’
DSC03559
uno dei miei pittori preferiti e un autoritratto di Frida Kahlo che volevo vedere.
DSC03557
Pensavo che anche il resto del museo fosse per la maggior parte su quello stile.
Siamo partiti dal quinto piano e gia’ a meta’ dopo che mi portavo appresso quattro “compagni” che sghignazzavano senza ritegno davanti ai quadri, mi e’ stato chiaro che la missione arte familiare non era andata a buon fine.
Se mai avessi avuto dubbi, quando Raffaello davanti a quest’opera
DSC03553
mi ha candidamente detto” Mamma, ma tu daresti 1 dollaro per quest’uccello morto?” , ne ho avuto certezza. Cosi’ Daniele ha portato Raffaello che continuava a ridere fino alle lacrime nella caffetteria, in realta’ non aspettava altro neppure lui..
DSC03581
Leonardo e Beatrice hanno provato a fuggire anche loro ma li ho trattenuti.
DSC03582
Dopo poco, finiti i quadri semi-classici, quando infine le opere esposte erano veramente moderne
DSC03589
ho avuto anche io qualche cedimento e alla fine sono crollata in preda alla ridarella insieme ai ragazzi, quando ho visto una spugna incollata al muro
DSC03641
non sono piu’ riuscita a controllarmi e abbiamo bloccato la fila tanto ridevamo appoggiati uno all’altra.
DSC03608
Dato che l’importante e’ il risultato, direi che l’abbiamo centrato dato che ci siamo divertiti tantissimo,
DSC03627
anche solo a guardare coloro che osservavano in silenzio una grande tela bianca.
Anche se di colpo devono essersi accorti che li fotografavo perche’ si sono girati di colpo verso di me..
DSC03639
Il dubbio e’…se io a casa dipingo di bianco una tela e la espongo, sono accusabile di falso d’autore?
In ogni caso ho trovato anche persone interessanti da fotografare in tema con il museo..
DSC03594
Scherzi a parte, ognuno ha i suoi gusti,
DSC03619
io indubbiamente preferisco quadri piu’ realistici..
Nel pomeriggio abbiamo deciso di riposarci un paio d’ore a casa e verso le 18 siamo usciti per andare a vedere il nuovo film dei puffi che qui si chiamano Smurf.
DSC03667
Il film ci e’ piaciuto molto, e’ stato molto divertente e anche  con un bel messaggio di fondo, sull’importanza dei valori inerenti alla famiglia e all’amicizia.  All’uscita un’ultima passeggiata serale nella citta’ che non dorme mai, sempre piena di personaggi curiosi, come questo ragazzo
DSC03688
che si e’ dato il nome di Naked Man, ossia uomo nudo..anche se gli slip li aveva.. Che si fa fotografare con le turiste che gli mettono l’offerta nella chitarra e lui al momento dello scatto le abbraccia molto vigorosamente..L’America e’ proprio il posto in cui con la giusta idea puoi realizzare qualsiasi impresa!
DSC03658
La giornata e’ finita, chiudiamo la settimana non con un addio a questa magica citta’,  ma con un arrivederci New York, see you soon!!!
Jenny

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Recent Comments

  • Alex Stampatore: Chiedere, durante una business coaching, di redigere un budg…
  • Dan Bogiatto: Ciao Alessandro, grazie per il tuo commento. Vado a leggere …
  • stefania.suriano: straordinario anche il video!!! l'energia sottile è un qual…

Ultime Foto

Apertura_TheGamepalco_TheGame1911696_492559930856051_146085017_n1794599_492560027522708_1626087740_n1969373_492560154189362_1347726302_n1622633_492560187522692_943630462_n1974983_492560254189352_457028660_n1798393_492560424189335_303519599_n