La vita che ci viene messa di fronte agli occhi…e se fosse una prigione invisibile per la mente?

Allontanarsi fisicamente consente di vedere meglio e con una sorta di benevolo distacco ciò che si sta facendo nella vita. Ho imparato nella mia esistenza che i viaggi sono il momento migliore in cui lasciare che il nostro inconscio faccia emergere elementi che nei momenti di grande focalizzazione e continua spinta alla consapevolezza difficilmente vengono a galla.
In questo semestre che si è concluso abbiamo raggiunto risultati nemmeno immaginabili con una crescita in tutti i settori molto ampia, di qualità e con mirata organizzazione . Così ogni elemento che abbiamo in rete ha preso la sua forma, la sua specifica e aggregando persone diverse ha anche sviluppato una sua identità precisa. Mentre accadeva questo mi sono reso conto solo ora che il la mia presenza in rete mutava progressivamente, cambiava pelle e nasceva qualcosa di nuovo, di diverso.

cambiamento-stile-vita
Prima l’ apertura dello spazio di Jenny, che ha un importante traffico di lettori e di amici e quindi altri cambiamenti anche nella percezione mia e di quello che scrivo si sono modificati. Ad esempio l’ introduzione e il lancio di Technobia che oggi ha uno spazio preciso nel blog site e che cresce progressivamente,altro aspetto importante.
Un momento è stato importante. L’arrivo di Mario Tura de Marco, il presidente del neonato e spontaneo Daniele Bogiatto Fan Club.
Dopo esserci conosciuti e aver iniziato una storia che ha tutti i connotati del cigno nero ricevo da lui una email dove mi scrive che è stato colpito dal fatto che il modello di famiglia e di business che abbiamo costruito negli anni con successo è di notevole interesse perchè duplicabile e sostenibile oltre che fonte di benessere. Non avevo mai pensato in termini così precisi a quello che stiamo facendo. Mi sono venuti in mente i momenti della mia vita, della mia infanzia che per una parte non è stata felice. Per tanti anni prima che iniziassi a lavorare e a procedere su un continuo e costante percorso formativo mi sono chiesto come era stato possibile che ciò accadesse visto che i miei genitori si sono sempre dati da fare per ottenere il massimo senza mai risparmiare nulla in termini di lavoro e di impegno raggiungendo anche risultati nel tempo importanti ma che alla fine mancavano di elementi che avrebbero inficiato molti aspetti. Aspetti fondamentali nella vita di ogni individuo.

formazione
Ho solo capito nel tempo che la cultura a loro trasmessa, le nozioni, la formazione ricevuta era finalizzata non a creare una vita felice e sostenibile per la famiglia bensì a creare un ennesima cellula produttiva di una società impostata sul controllo e sulla costruzione di una prigione pericolosa che non ha sbarre, non è visibile e nemmeno viene percepita dalle persone.
Una volta una persona importante nel mio percorso spirituale mi disse “Sai Daniele quale è il più grande artefizio del Diavolo? Quello di aver convinto l’uomo di non esistere….”; una riflessione importante e densa di molti significati.
Così oggi mi chiedo se nel nostro canale, questo blog site, stiamo trasferendo le nozioni, gli aspetti, la cultura necessaria che tramite il web oggi consente a qualsiasi famiglia di diventare cosciente di tale prigione, di uscirne e di vivere una vita felice nel vero senso della parola.
Sto parlando di tanti aspetti. Manager e imprenditori che corrono come trottole da una parte all’altra e che pur continuando a far crescere a livelli molto alti il reddito continuano comunque a correre senza tregua, donne che invischiate dal nuovo modello in cui tutti e due i partner lavorano sentono il conflitto tra la propria parte materna e quella della donna realizzata nel lavoro come se fossero due elementi inconciliabili, coppie che si sposano con l’obiettivo di vivere insieme per molto tempo, forse tutta la vita, e a costruire un sogno congiunto per poi trovarsi a vivere per la maggior parte del tempo in ambienti totalmente diversi a lavorare per pagare le rate del mutuo e i debiti crescenti mentre un tata di fortuna cresce i figli verso un futuro che odora di ignoto.

figli
Formazione e web possono dare gli strumenti per fare un salto quantico? Sicuro, senza ombra di dubbio e con impressionante progressione e crescita continua con l’unica richiesta di essere costanti.
Technobia ne è l’espressione fisica che come polo di attrazione calamita le persone e le famiglia che sono vicine a vedere cosa c’è oltre la barriera, che hanno avvertito che qualcosa non torna. Quella sensazione che quando le incontro aleggia intorno a loro, come se fosse un punto di domanda invisibile sopra la loro testa…un punto di domanda che io per tanti anni mi sono portato dietro e che quindici anni addietro ha trovato una risposta dalla quale avremmo costruito un nuovo mondo.
Un modello di ecofamiglia allargata con nucleo centrale quello della famiglia di origine , intesa come elemento sostenibile e di benessere che tocca tutti gli elementi (formazione, business, benessere)…sì, ritengo che grazie a tutte queste considerazioni sia trasmissibile e che Technobia sia il veicolo tramite il quale questo possa accadere.

u15214996
I mutamenti e le evoluzioni sono la prova che siamo vivi e tutto accade quando siamo le persone giuste al posto giusto al momento giusto!

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

4 Comments

  • Mario Tura De Marco ha detto:

    Ci sono un paio di pubblicità che recitano slogan tipo “tutto intorno a te” o “una banca costruita intorno a te”! L’unica cosa che si dimenticano di dirti che tutto quello che hai attorno o non ti serve o non te lo danno. Il fatto di ridurre tutto a “TE” e non a “VOI” serve proprio per esaltarti come singolo affinchè tu faccia scelte preconfezionate e non condizionate dai pensieri di chi ti conosce, da chi ti ama, altrimenti potresti scegliere in maniera sensata o, quantomeno, meditata.
    Ne ho le tasche piene di chi si preoccupa per me e non mi conosce, di chi mi consiglia cosa comprare e non mi conosce, di chi mi vuole far fare soldi e guadagna solo lui o, peggio ancora, non è stato capace di fare soldi.
    Il Rinascimento è alle porte ed io lo voglio vivere pienamente; penso che la stragrande maggioranza delle persone è stanca come me e proprio per questo dovrebbe reagire scovando nei cassettini della propria anima il sogno di benessere che aveva quando, finita la scuola, cominciava a pensare al futuro. Ho amici molto ricchi che si lamentano, ho amici medio borghesi (ancora per poco) che si lamentano, ho amici sulla soglia della povertà che si lamentano. Oggi ci vuole molto più “coraggio” nel non fare nulla, nel non reagire che nel rimettere in discussione il tutto per migliorare business, affetti, amicizie, relazioni, opportunità, ecc…. E’ tutto là fuori, bisogna solo scegliere gli amici giusti per poter condividere questa rinascita basata innanzi tutto sulla persona e valutando il business come logica conseguenza di interazioni con le persone giuste.
    Spero che con il Daniele Bogiatto Fan Club si riesca a coinvolgere molte vogliose di smettere di lamentarsi di tutto, vogliose di rimettersi in gioco, vogliose di trovare un’alternativa, vogliose di tornarsi a guardare allo specchio con autostima.
    Io ci sono e condividerò il cambiamento con tutti quelli che vorranno sconfiggere il diavoletto che è presente in tutti noi e cominciare finalmente a VIVEREEEEEEE!
    A Luglio il Fan Club comincerà a muovere i primi veri passi. Seguiteci!

  • Mary Tomasso ha detto:

    Io credo che siamo tutti figli o eredi di convinzioni/credenze errate che si sono tramandate di generazione in generazione e che hanno lo scopo di addormentare le masse per renderle più facilmente manipolabili e poterle dominare.
    Tuttavia, sono ottimista: sempre più persone perseguono la consapevolezza, che è un po’ il risveglio da questo lungo sonno o la fuga da questa prigione, per riprendere l’immagine usata nel post.
    Anche io credo che formazione e web possano fornire gli strumenti per realizzare il salto quantico, perché la gente attinge sempre di più al web, in cerca di risposte di ogni tipo e perché i cambi necessari per raggiungere la consapevolezza, avvengono in maniera molto più rapida in rete.
    Molto interessante il post, Daniele, grazie! Lo condividerò senz’altro!

  • […] Sperare in un futuro migliore o decidere di agire per crearlo oggi, step by step? Cito testualmente una parte del commento che Mario Tura De Marco ha lsciato su di un articolo che ho scritto alcuni giorni addietro “La vita che ci viene messa di fronte agli occhi..e se fosse una prigione invisibile per la m… […]

  • […] “La vita che ci viene messa di fronte agli occhi…e se fosse una prigione invisibile per … […]

Leave a Reply

Your email address will not be published.