La visita di mio fratello mi fa tornare in mente Pavlov

pavlov

Questa mattina mi sono recato all’ incubatore del Politecnico di Torino dove era in tabella una riunione importante presso la società del mio amico Francesco Ardito di vieweb.
Una commissione intermedia e poi incontro e pranzo con Fabrizio che era presente al corso Business on the web di Torino oltre che esserci incontrati in altri corsi ed anche sentiti per telefono.
Abbiamo parlato di alcuni sviluppi importanti a livello imprenditoriale ed insieme a Marco e Fabrizio abbiamo avuto il piacere di palare molto sull’ argomento relativo alla vendita e alla trattativa. Un incontro molto piacevole.
Altre due riunioni importanti e quindi preparazione per la cena.
Squlla il campanello, una voce dal citofono mi dice “Polizia”….è mio fratello Andrea che insieme al suo collega è venuto a trovarci e nel contempo si ferma per eseguire una stazione di allenamento per il suo cane Tango. Che bella sorpresa. E’ stato bello vedere come viene addestrato il cane che lavora nel team anti-esplosivo.
Ho riconosciuto in tale approccio le teniche di Pavlov sul condizionamento e ne ho potuto vedere la reale efficacia.
Straordinario. Mi sono tornate in mente le riflessioni che facevo tantissimi anni addietro quando frequentavo i corsi nelle scuole di Pnl. Quanto siamo diversi dagli altri animali nel condizionamento? Sentiamo di essere diversi, più consapevoli o semplicemente è un errore di valutazione determinato dal fatto che siamo noi a percepire noi stessi?
In linea di massimo ritengo che la nostra attitudine ad essere condizionabili è molto alta.
quello che mi fa pensare è il fatto che è difficile ricordarsene e cadere nell’errore di pensare di essere liberi.
Per quanto mi riguarda uso come approccio il continuo cambiamento delle mie attività anche sotto dei semplici piccoli aspetti per riuscire a tenere la mia mente libera e soprattutto impedire l’ autocondizionamento.
Forse questa esperienza con Tango, vederne l’addestramento, mi ha lasciato un pensiero contorto, magari anche inutile.
O forse no….la vita ti segnala le cose in maniera diversa da quello che ci aspettiamo. Comunque l’importante è che sia passato mio fratello!

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.