La sofferenza accompagna la trasformazione, gli stadi di Epstein

la-via.jpg

Ieri pomeriggio mi sono recato presso il centro Atlas per la prima visita. Incontro e conosco così  Christian, dottore chiropratico.
Come immaginavo non si tratta di un percorso come quello iniziato in Florida ma di qualcosa di profondo, sottile che mi riporta agli anni in cui tutta la mia attenzione ed energia era dedicato al mio sviluppo spirituale ed energetico.
Christian ha un approccio molto professionale, senti la presenza di una persona equilibrata, dura al punto giusto per poter gestire la mia persona che per quanto io cerchi di fare attenzione e di aprirmi il più possibile può scivolare rapidamente nella figura che appartiene alla mia professione facendomi perdere una possibilità di crescita.
Sono molto colpito dal primo incontro, la connessione tra le rilevazioni fisiche e la struttura psicologica e sottile è molto forte, evidente e pragmatica.
E’ chiaro per me oggi che per quanto riguarda l’aspetto personale mi sento in crisi. L’aspetto professionale e lavorativo sono perfettamente allineati mentre per altri punti legati a noi come famiglia (visione a lungo termine di dove ci radichiamo) e a me come individuo mi sento fuori asse, non in equilibrio.
Questa percezione è andata aumentando di giorno in giorno da quando sono rientrato dagli Usa e tutto quello che ho messo in campo frutto di anni di conoscenze non mi ha giovato, anzi. Ed in ultimo so per esperienza che per quanto puoi essere un trainer, formatore, coach ecc… bravo per il tuo sviluppo hai sempre bisogno di uno altro professionista che ti aiuti, cha faccia da specchio, che con la sua competenza ti accompagni in una nuova trasformazione che inevitabilmente nasce da una confusione.
I punti che mi rimangono più impressi è che nell’analisi della mia colonna vertebrale è presente una forte differenza di temperatura tra il trapezio destro e quello sinistro che associato a ciò che dico verbalmente e al dolore (a volte molto forte) che provo sulla parte sinistra significa che il mio pensiero si sta focalizzando intensamente su ciò che non posso fare piuttosto che su quello che posso fare.
Dura da sentirselo dire visto il lavoro che faccio, ma è mia abitudine non chiudere mai gli occhi di fronte all’evidenza.
Inoltre da tutto l’incontro emerge (confermato anch’esso dalle analisi sulla mia colonna vertebrale) che ciò che io sto cercando di approcciare non appartiene al livello nel quale mi sto muovendo (maggiormente mentale e logico) e che nonostante il mio lavoro intenso per bloccare l’enorme flusso di informazioni sia di controllo che di approfondimento che proviene dal mio lavoro con le nostre aziende e il web esso comunque continua in me anche quando sono in altri momenti e situazioni.
E a quanto pare non me ne sarei potuto accorgere perchè avevo creato un sistema che ne teneva gli effetti sotto controllo ma che con il grande cambio di vita americano sono emersi in tutta la sua potenza. L’ ho già passato altre volte nella mia vita e so che quando si entra in crisi su alcuni aspetti di vita si inizia sempre e comunque andando a toccare il fondo, elemento necessario per risalire.
I film, le favole e i miti ci insegnano sempre questo elemento.
L’unica cosa che non mi aspettavo (forse oggi ingenuamente) che il prossimo momento di crescita di questo tipo sarebbe stato aperto da un grande cambiamento positivo come quello a stelle e strisce dimenticandomi che ogni grande trasformazione, sia positiva che negativa, apre un momento di crisi.
Fu anche così quando mi proposero di assumere il ruolo di superEsperto eBay.
In questo momento mi sento come se luce e buio si alternassero dentro di me.
La prossima settimana è il momento del corso di Anthony Robbins.
Tutto si accentra e sta diventando più grande e potente. Una parte di me sta probabilmente morendo e una nuova sta nascendo e questo come sempre provoca sofferenza.
Domani non scriverò l’articolo sul blog, ho bisogno di meditare.

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.