Jenny’s Space.  Questa mattina alle 11 siamo partiti, dopo oltre 4 mesi di attesa, con la nostra macchina nuova alla volta di Roma. Dopo anni di car sharing ci siamo resi conto che per via dei numerosi spostamenti non era piu’ la soluzione piu’ conveniente per noi, meglio un leasing aziendale. Cosi’ finalmente ieri siamo saliti sulla nostra Peugeot 3008, subito ribattezzata, naturalmente DBmobile. In realtà Daniele ed io l’abbiamo vista la prima volta ieri pomeriggio quando è arrivata, perché non ne conoscevamo quasi il modello, sul colore era sorpresa assoluta. Si può capire che per noi l’auto rappresenta solo un comodo mezzo di spostamento, non siamo appassionati del genere automobilistico. Io poi ero straconvinta che fosse nera, quando l’ho vista dalla finestra ho avuto un attimo di sorpresa nel notare che il colore fosse invece argentato. Non abbiamo avuto il tempo di mettere il box così siamo partiti con il baule bello pieno. Durante il viaggio, complice il fatto che i bambini, tranne episodici sporadici, viaggiano tranquilli giocando tra loro o guardando dei film, Daniele ed io ne abbiamo approfittato per fare le nostre riunioni viaggianti. Abbiamo parlato a lungo dell’evoluzione della nostra società e delle persone che ci circondano, convinti del fatto che quando un gruppo cresce le persone debbano crescere insieme avendo le stesse opportunità e gli stessi obiettivi. Abbiamo fatto solo una breve tappa dato che il viaggio proseguiva tranquillo senza intoppi e senza traffico. Non ne abbiamo trovato infatti neppure arrivando a Roma e alle 19 precisi siamo arrivati al Vatican Garden Inn,

DSC00269

in pieno Vaticano a poche decine di metri dalla sede di HI Performance in cui domani alle 8 deve recarsi Daniele per lavorare con il loro Team. Mentre noi ci sistemavamo Daniele è andato a prendere delle pizze che abbiamo mangiato in camera , troppo stanchi per riuscire. Abbiamo scoperto che la linea internet in albergo era fuori uso dal pomeriggio(è per questo che gli articoli non abbiamo potuto postarli prima, tra imprevisti vari degli alberghi siamo rimasti senza linea tutto il viaggio) e abbiamo rinunciato a collegarci. Daniele alle 20.30 è uscito per andare ad un appuntamento con Max Calderan ed io e i bambini siamo crollati a dormire. I bambini hanno dormito in un letto matrimoniale e noi di fronte abbiamo unito 2 letti singoli. Il bello è che, come nella fiaba degli orsetti del bosco, 1 letto singolo era così morbido da toccare terra e l’altro così duro da dare l’impressione di dormire su una tavola. Dopo averli testati entrambi, mi sono tenuta quello morbidoso..

DSC00264

About Jenny Bogiatto

Leave a Reply

Your email address will not be published.