Questa mattina il sole ha inondato prestissimo il nostro appartamento, il fatto di non avere le tende ed essere cosi’ in alto porta al fatto che gia’ verso le 6 ci si sveglia in cerca della crema solare. Il programma della giornata prevedeva come il piu’ classico dei film di andare a fare un pic nic a Central Park. La variazione del programma e’ arrivata sotto forma di un aggiornamento per il mio Mac che lo ha bloccato e cosi’ per soccorrerlo siamo andati un centro assistenza proprio sulla  quinta strada.  E’ rimasto nel loro pronto soccorso e per qualche giorno dovremo dividerci il Mac di Daniele.

In ogni caso rimanere in zona e’ stato un attimo e ci siamo messi a gironzolare per la strada cult per eccellenza di New York.

DSC02959

Passeggiata verso casa per pranzo osservando quanto a New York i parcheggi abbiamo stimolato la fantasia degli addetti ai lavori,

DSC02887

trovare parcheggio e’ una vera impresa, per questo anche noi abbiamo lasciato l’auto sabato con l’idea di recuperarla il prossimo venerdi’ mattina. New York e’ anche per eccellenza la citta’ dei taxi, e’ molto difficile scattare uno fotografia senza avere all’interno la classica sagoma gialla.

DSC02864

Dopo pranzo per diminuire la leggenda dei piedi fumanti, abbiamo deciso di convertirci al metro per gli spostamenti, cosi’ muniti di metrocard siamo tornati nella fifth avenue.

Prima tappa non poteva che essere la Trump Tower,in cui abbiamo acquistati degli interessanti libri del mitico Donald che non avevamo ancora.. e va bene si..confesso.. anche un paio di gadget..

DSC02909

Siamo poi saliti sulla terrazza anche se il panorama spettacolare era all’interno

DSC02902

e abbiamo parlato a lungo della declinazione del brand Trump, traendone spunti molto utili per il lavoro che stiamo facendo.

Per la seconda tappa ci siamo diretti verso l’enorme store della Apple aperto 7 giorni a settimana 24 ore al giorno. Purtroppo l’esterno era in lavorazione, cosi’ non abbiamo potuto vedere il mitico cubo trasparente, anche dell’interno non abbiamo visto molto perche’ c’era troppa gente

DSC02913

e i prodotti erano per buona parte esposti all’interno dei corridoi. Ci vuole una visita in un’altro orario..3 del mattino??

Ci ha dato molta piu’ soddisfazione Fao Schwarz, il piu’ grande negozio di giocattoli del mondo, diventato famoso anche per il film Big con Tom Hanks.

DSC02944

Ci sono un’infinita’ di giocattoli, di taglio piu’ classico riguardo a quelli di Toy’s are us di ieri sera, era possibile perfino realizzare dei pupazzi tipo muppet in maniera personalizzata.

DSC02951

Imperdibile anche la statua della liberta’ realizzata interamente con i mattoncini Lego.

DSC02937

Con calma abbiamo girato ancora un po’ fino all’ora di cena  gustandoci appieno l’energia potente che scorre non solo in questa strada ma nell’intera citta’.

DSC02874

L’nergia di New York e’ veramente potentissima, non per niente e’ la citta’ che non dorme mai. Daniele ed io abbiamo riflettuto sul fatto che è un bel posto in cui venire per avere una bella scarica di energia e assorbire una moltitudine di spunti per idee e progetti ma non per abitarci. Si sta troppo bene in Florida con il mare, la natura e i grandi spazi aperti. Allo stesso modo qui la forza del business e’ imponente, per cui penso che in futuro ci verremo abbastanza frequentemente per impostare i nuovi progetti su cui stiamo lavorando e dare il massimo della spinta a quelli gia’ in atto.

DSC02869

Ora ci mettiamo piede e apriamo il contenitore, sara’ affascinante vedere come si riempira’.

About Jenny Bogiatto

Leave a Reply

Your email address will not be published.