Il Valore dell’Irragionevolezza

Jenny Space. Aprendo un’altra delle mie amate ” orecchiette” segnalibro trovo un altro passo del libro di Daniele e Charlie che mi piace particolarmente. Il tema e’ simile a quello di ieri infatti basta tornare indietro di poco fino a p. 106. Charlie dice ” Disimparate cio’ che avete imparato a scuola e  dai vostri genitori. Smettetevela di comportarvi bene e siate irragionevoli. ”

iwhjzpcu

Quanto mi piace questo passaggio. Lo dico con la consapevolezza di essere anche un genitore. Lo dico pensando a tutte le volte che ho detto ai miei figli cio’ che mi ripetevano i miei familiari e che io non sopportavo. I figli imparano piu’ dagli esempi che dalle parole.

funny_animal_03

Li stresso affinche’ tengano i calzini e poi loro vedono che io appena posso sono scalza? Perche’ allora lo faccio? Perche’ sto ripetendo cio’ che ho sentito migliaia di volte, sono diventata attrice inconsapevole di una recita di cui per anni sono stata solo spettatrice insofferente.

2987819390_5acc8942ce_o

I calzini possono sembrare un esempio piccolo, forse e’ vero ma sono una realizzazione materiale di un comportamento atavico, viscerale, che mettiamo tutti in atto, solitamente in maniera inconsapevole. Gli esempi potrebbero essere numerosissimi. Una volta si diceva che quando capisci qualcosa ” chiudi il cerchio” , il realta’ il meccanismo non e’ cosi’ semplice perche’ se non sei attento, quando il cerchio si chiude puoi rimanerci intrappolato dentro.

y1pz3-U4z-GgngsCOREsThqZbAR9h7d7L937uU6f6pS6KTmEtpgxoTqD2Q3xPLnjeUveV-lQUFhx1GgYzaHZfhNxWZ-TP_LiMMJ

Come uscire allora da questi meccanismi che stridono e ci tengono ancorati a terra? Come tagliare  un  cordone ombelicale che non si vede? Con strumenti che non si toccano. Con la consapevolezza della memoria e dello specchio. Con la verbalizzazione e la scrittura ad esempio. Diamo corpo alle nostre trasformazioni, parliamone, leggiamole, scriviamole, sciogliamole.

parker460

Una lettera alla volta svaniranno per poi tornare a  comporre una nuova storia da vivere in maniera piu’ consapevole.

Condividi il post =>Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

About Jenny Bogiatto

2 Comments

  • Il buon Steve Jobs recita “siate affamati, SIATE FOLLI”. La “follia” di cui parla Steve è l’”irragionevolezza” di cui parli tu, Jenny, seppur con connotazioni leggermente differenti. Ricordo un post di Daniele nel quale ci esortava a seguire obiettivi IRREALI in quanto più sicuri di quelli reali. Mettendo tutti e tre i concetti assieme e facendo una bella shakerata otteniamo un cocktail esplosivo con reazioni del tutto imprevedibili. O ci ricoverano o conquistiamo il mondo :-)

  • Jenny Perotti scrive:

    Che altro aggiungere? Alla salute! ;-)

Leave a Reply

Your email address will not be published.