Il Marketing esperienziale; applicazione sul mercato immobiliare

L’articolo che ho scritto alcuni giorni addietro sul marketing esperienziale ha stimolato una domanda di Massimo Marchisio a cui faccio seguire un esempio di applicazione di tale approccio sul mercato immobiliare.

Nel nostro mercato immobiliare siamo abituati ad avere una proposizione di vendita basata sulla veicolazione dell’ unità immobiliare tramite delle inserzioni su internet correlate di fotografia e di un modulo per richiedere informazioni. Le agenzie e/o gli agenti più avanzati propongono anche dei video caricati su youtube o direttamente sul sito. Nel momento in cui prendiamo contatto viene fissato un appuntamento in loco dove possiamo visionare la casa vuota mentre il professionista ci espone le caratteristiche che rendono peculiare l’unità.

Il modello non presenta nessuna innovazione, niente di stimolante ed è anzi una semplice trasposizione di quelli che erano gli elementi del mondo a.w (ante web).

Qui di seguito espongo elementi che abbiamo già applicato con successo ma mai ancora in abbinata. Prima di tutto la proposizione su internet deve avere più elementi che rendano maggiormente esperienziali le visite del potenziale acquirente. Molte fotografie, la possibilità di fare in tour virtuale dell’ unità immobiliare, video caricati sulle varie piattaforme ove l’agente, di persona, narra le caratteristiche dell’ immobile. A questo punto insieme al modulo di richiesta contatto è bene inserire i widget dei vari social network che servono per collegarsi al profilo dell’ agente e dare la possibilità di condividere sui social tali informazioni. Veniamo alla visita nel mondo reale. Come abbiamo fatto nelle vendite immobiliari negli Usa si predispone uno stage setting dove la casa viene preventivamente preparata, arredata e fornisce al potenziale acquirente un’ esperienza completa che può essere acquistate insieme alla struttura oppure non inserita nel “pacchetto”. Inoltre una preparazione completa dell’ unità immobiliare potrebbe presentare, previo ovviamente opportuni accordi legali, la possibilità di fare esperienza dell’ unità immobiliare abitandoci ad esempio per qualche giorno. Follia? Innovazione? Forse sì, ma se non si tentano strade nuove tutto rimane come prima. E alla fine della “prova”? La possibilità di condividere l’esperienza, una scontistica particolare, un regalo speciale da lasciare a chi sta valutando l’acquisto. Ovviamente tutto questo documentato e condiviso su internet tramite i social media marketing. La prima agenzia immobiliare che ti consente il periodo di prova!

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.