Il Forte di Fenestrelle in Val Chisone, pranzo a sorpresa e musei da scoprire

Jenny Space.  Sabato mattina ci siamo alzati con calma, avevamo bisogno di smaltire l’adrenalina e la stanchezza della giornata di ieri con i due eventi “The Rapport is Power” di Michele Tribuzio e la “Tony Robbins night”. Oggi pensavamo di rimanere a casa a riposare  ma il bel sole ci ha stimolati a uscire di casa, pochi minuti al pc e Daniele ha trovato nel Forte di Fenetrelle la nostra meta. Fenetrelle dista circa 1 ora da Torino , in direzione Sestriere. Siamo arrivati verso l’una e abbiamo trovato l’unico ristorante del posto che è la Trattoria del Grillo.

DSC01063

A vederlo di  fuori ero un pochino perplessa ma una volta entrati mi sono dovuta ricredere: l’atmosfera molto semplice e familiare e il menù sopraffino. Abbiamo scelto un piatto a testa diverso  per potreli assaggiare insieme. Così ci hanno portato: gnocchetti al gorgonzola, agnolotti al ragù di capriolo,

DSC01054

salsiccia al barolo, stracotto di bue e bistecca di cervo con patate e marmellata di ribes

DSC01058

Per finire ci siamo divisi 2 dolcetti: mousse al cioccolato e crema catalana.  Se vi capita di andare a Fenestrelle non perdete questa trattoria a conduzione familiare, si mangia veramente benissimo. Dopo pranzo ci siamo diretti al Forte,detto anche La grande muraglia piemontese.

DSC01081

All’interno abbiamo trovato con piacere anche 3 belle mostre. “Alla corte del Re” con magnifici costumi del 1700 proposti in allestimenti molto ben fatti, esposta nei sotterranei dei castelli con una temperatura polare. In un altra parte del forte c’è una mostra fissa dell’antica collezione di animali impagliati del governatore di un tempo.

DSC01074

L’effetto scenico era bello , nelle sale di pietra molto spoglie. Vi erano molti tipi di animali ma in prevalenza animali con le corna provenienti da tutto il mondo.

DSC01078

Ogni tanto l’effetto era inquietante ma bella la possibilità di vedere animali anche introvabili.

DSC01077

L’ultima mostra l’abbiamo vista solo Daniele Leonardo ed io, facendo i turni, perchè non era adatta a Beatrice e Raffaello in quanto era un’esposizione, tra ‘altro molto ben fatta di strumenti di tortura medioevali. Dopo aver giocato fuori con la neve

DSC01085

ci siamo diretti a casa in quanto attendevamo i nostri amici Tiziana e Giuseppe con il piccolo Federico per cenare insieme. Una bella giornata fuoriporta per aprire la mente a nuovi orizzonti e ricaricarci insieme.

About Jenny Bogiatto

Leave a Reply

Your email address will not be published.