VII Hero Camp Arizona 2013 | 4° giorno, la Foresta Pietrificata

Il quarto giorno di Hero Camp si apre con una freddissima e luminosa giornata a Holbrook. Al risveglio dopo che ci siamo tutti attrezzati per questo freddo, ci dirigiamo verso la mitica Foresta Pietrificata, che dista circa 40 minuti di auto dal nostro albergo. Il nome della Foresta Pietrificata deriva dai fossili di alberi antichi che, con il passare dei millenni, si sono trasformati in stupefacenti minerali, fino a creare una vera e propria foresta pietrificata.

IMG_2512

Al mattino ci siamo fermati a fare un’attivita’ in quello denominato Painted Desert, ossia deserto dipinto. Ogni Hero con un buddy a lui assegnato passeggia attraverso questo bellissimo deserto pieno di dune colorate, portando avanti la loro attivita’ nel frattempo che Dan faceva un  lavoro mirato singolo con alcune coppie.

IMG_2530

Dopo queste attivita’ ci siamo diretti a sud verso la vera  e propria foresta pietrificata.

Siamo rimasti  tutti stupefatti davanti a queste meraviglie. I tronchi degli alberi dopo migliaia di anni, sono veri e proprio blocchi di minerali, un fenomeno incredibile e rarissimo.
IMG_2519

Qui proseguono le attivita’ di coppia, sia tra gli Hero che direttamente con Dan. All’uscita dalla foresta, prima di arrivare alle auto, accade un fatto curioso. Troviamo ad aspettarci un ranger con fare minaccioso, chiamato su soffiata di una volontaria del parco, secondo la quale qualcuno di noi aveva prelevato del legno pietrificato. A seconda del caso tale gesto va dalla multa salatissima al carcere. Il ranger in questione, tra l’altro figura mitica per ogni appassionato dei mitici Yogi e Bubu, ci ha gentilmente chiesto il permesso di ispezionare tutte le nostre auto.
IMG_2518
In piu’ dato che la volontaria era in realta’ una spiona appassionata di CSI, aveva anche riferito che Stella Maris aveva attraversato la strada toccandosi le tasche. Cosi’ il ranger le ha chiesto il permesso di perquisire lei e la sua borsa. Esperienza spettacolare! Nota di colore. Lo stesso ranger circa 1 ora prima , aveva fermato il pulmino guidato da Giuseppe Matteoli, sbucando probabilmente da sotto un cactus, perche’ Giuseppe guidava una spanna circa oltre la linea di divisione della strada, praticamente contromano… Avrebbe potuto causare un grave incidente.. Il fatto che la strada fosse per miglia  e miglia praticamente deserta e lui sbucasse dalla linea di pochi centimetri era un dettaglio…. In ogni caso al termine il ranger e’ stato molto gentile e noi siamo ripartiti con in tasca un’altra meravigliosa esperienza da film.
IMG_2386

La nostra meta serale era un meraviglioso albergo storico, nel cuore della cittadina di Winslow, la Posada. Alla sera gli Hero hanno trovato ad aspettarli la bella sorpresa di una serata senza limiti di budget, si sono divertiti ad assaporare la meravigliosa cucina del ristorante Torquoise Room dell’albergo.
IMG_2603
Dopo cena uno dei task era quello di rispondere a  domande relative alla formazione. La squadra dei Cowboy ha scelto come suo campione Andrea Tonello che e’ riuscito ad aumentare il loro risicato budget di ben 400 dollari. Avrebbero potuto fare anche di piu’, ma alcuni suggerimenti arrivati durante la prova, hanno invalidato la risposta successiva.
IMG_2630
Gli indiani rappresentati da Federica Peruzzo, non hanno portato a casa neppure un centesimo. Federica ha sbagliata la prima domanda, relativa al numero di edizione di questo Lab, e non ha potuto proseguire. Un vero peccato perche’ proseguendo a rispondere, sapeva tutto fino alla penultima domanda. Ultima prova svolta al tavolo degli scacchi per eleggere i nuovi leader, il vincitore della partita avrebbe acquisito il diritto di decidere il nome del proprio leader e di quello dell’altra squadra. Come spesso accade, non e’ la prova in se lo strumento formativo, ma le dinamiche che se ne sviluppano. I due prescelti Giuseppe Matteoli e Leonardo Gualandi, si sono sfidati come in un vero ok Corral, la tensione si tagliava con il coltello.
IMG_2637
Non sono mancati momenti di tensione e nervosismo tra i due, impegnati fino all’ultima mossa. Con un scacco matto Leonardo ha messo fine alla partita, scegliendo come leader dei cowboy lo stesso suo avversario Giuseppe, e come leader della propria squadra anziche’ se stesso, proprio Federica che aveva affrontato la sfida quiz poco prima. Scelta molto molto interessante. Come sempre e’ nei dettagli che leggiamo il mondo intero. Staremo a vedere oggi i risultati della sua importante scelta. News by Jenny


dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

35 Comments

  • edoardo ha detto:

    bellissimi i video!!!

    Forza leo!!!!!!!!!!!?! 😉

  • arianna tonello ha detto:

    papa sei forte ai fatto vincere 400$alla squadra!!!!!!!!!!!!!!!!!!!buona fortuna e per fortuna che il cow boy era buono senso vi avrebbe messi dentro tutti!!!!!!!!!!!!!!

  • Andrea Immacolato ha detto:

    Posto bellissimo la foresta pietrificata!!!
    Mi immagino il ranger appostato dietro un cactus in attesa… e attesa… e attesa che passi qualcuno, e poi finalmente vede spuntare una macchina, ed è pure contromano! 🙂

  • maria fortuna ha detto:

    Giornata memorabile per le emozioni e avventure vissute. Caro Andrea mi sorprendi ogni giorno di più! Bravi ragazzi continuate così!

  • Francesca Pivano ha detto:

    Wow che giornata! Che bellissimi posti…sembra di sentire il racconto di grandi avventurieri e invece la vera avventura e’ la vita!!! Allora Patrizia ti auguro una vita proprio cosi’.

  • Lorella Orlando ha detto:

    Straordinaria la Foresta Pietrificata!!!! Jenny ci mancavano gli articoli firmati da te, riesci sempre a restituirci un occhio realistico ed ironico su quanto accade li dal vivo!!!
    Ad ogni modo Stella qualche pietra in tasca ce l’aveva si o no?!!! :-))))

    Interessante leggere che l’elezione del leader della propria squadra da parte di un concorrente e’ andata verso qualcuno che aveva fatto perdere la squadra nella sfida precedente!….Sarebbe interessante sapere se questo tipo di scelta e’ stata mai fatta anche nella vita da quella stessa persona. …l’Hero Camp: l’unica esperienza formativa dove davvero entri in contatto con te stesso!!

  • MONICA INVERARDI ha detto:

    Dai Stella sei unicaaaaaaaaaaaaaaaa

  • Andrea Nacci ha detto:

    Fede sei grande!!!

  • Chiara PIsati ha detto:

    la Foresta pietrificata sembra il titolo di una favola con elfi e folletti!!!!! quasi quasi mi ci metto e ne scrivo una.. 🙂

    Forza Fedeeeeeeeeeeeeeee!! “alta alta”… e tu puoi capire!!! 🙂

  • Leonardo Bottene ha detto:

    Grande Andreaaaa!!! Vaiiiiii!!!

  • mario velardo ha detto:

    Un’avventura in posti magnifici dove la natura offre il meglio di se… ma penso che il posto più bello è dentro ciascuno, quando sa aprire il cuore.
    Forza Stella!!!!

  • Stefano Piglia ha detto:

    Bellissimi posti e bellissima esperienza…
    Vai Nadia, fatti onore!
    Un saluto a tutti!

  • Loredana De Polo ha detto:

    Hei!!! e chi è Holliday???

  • Loredana De Polo ha detto:

    …i filmati????

  • Roberta Lozza ha detto:

    ho perso un pezzo, Iris quindi è stata eliminata?

  • Chiara Bunino ha detto:

    Che bell’immagini in quest’articolo: La foresta pietrificata è proprio bella e sorprendente!!! Così com’è sempre bello leggervi!!! E che buffe le storie dei Ranger! 😀

  • Bea Cacciani ha detto:

    Allora, chi si è messo in tasca i fossili?

  • Frido Carbellin ha detto:

    Forza cowboys! Avanti a vele spiegate!

  • Francesca Quartero ha detto:

    Certo che l’America è proprio l’America! Con la sua realtà quotidiana che fa si che sembra di vivere in un film!!!!!!
    W l’America!

  • Serena Negro ha detto:

    FORZA PATRIZIA!
    TI PENSO IN CONTINUAZIONE…SPERO TI POSSA ARRIVARE LA MIA ENERGIA E SPERO TU NE POSSA GIOVARE!
    UN FORTE ABBRACCIO!

  • Stefano Basso ha detto:

    Immagino che l’iPad vicino alla scacchiera sia per l’orologio!

  • Elisa Rosazza ha detto:

    giornate al 1000 x 1000 … che grandiosa esperienza ragazzi!

  • Alba Aiello ha detto:

    L’emozione sale soltanto dalle foto, esserci fa sempre la differenza,
    forza heroes assorbite tutta l’essenza!!!!

  • Eliana Arcaini ha detto:

    Grande articolo Jenny. Sembrava di essere lì!
    Non trovo i video… uff

  • Claudia Grassi ha detto:

    Grazie Jenny…. Come sempre quando scrivi per me è come viverlo direttamente…. Certe cose possono succedere solo con la magia dell’hero camp…

  • Paolo Mason ha detto:

    Spettacolari le immagini e il fenomeno della pietrificazione degli alberi.
    Grande Andrea, forza forza!!

  • Lucia Merico ha detto:

    Questo Hero “raccontato” e “visto” quasi in diretta é davvero entusiasmante e le emozioni si percepiscono in maniera potente anche a distanza. Mi piacciono molto i tuoi racconti, Jenny, così ricchi di dettagli: é bella la tua impronta 🙂

  • gigia ha detto:

    Il gioco degli scacchi la sa lunga su tecnica e stragegia !!! Sono curiosa di vedere se quella di nominare Federica come leader degli indiani sia anche questa una tattica per arrivare all’obbiettivo finale. Comunque sia, buon divertimento a tutti !!!

  • Alessandro Vella ha detto:

    Meraviglioso….

  • paola tonello ha detto:

    che posto incantevole..andrea siamo tutti con te…non eliminiamolo!!!!!deve vincereeee!!!

  • Fabio ha detto:

    Ottima mossa e buon divertimento a tutti.
    Dai Leo!!!!!!!!!!!

  • laura ha detto:

    Bella mossa…….. Continua così……
    Forza Leo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Davide ha detto:

    bellissimi paesaggi….
    Dai Leo continua così…………….

  • Alessandro Vella ha detto:

    Jenny i tuoi racconti delle giornate sono avvincenti e ci portano dentro l’Hero in modo spettacolare!!! Grazie 🙂

  • Alessandro Vella ha detto:

    Bravo Leo, mosse interessanti!

Leave a Reply

Your email address will not be published.