Jenny Space. Oggi e’ un mattino speciale, perche’ e’ la giornata del mio 38simo compleanno!  Daniele mi sveglia facendomi gli auguri e dandomi tanti pacchetti avvolti in carta dorata.. con il nastrino nero… Ops.. detta cosi’ sa di evento aziendale..
Sorvolando sull’estetica dei pacchetti, prima leggo il bigliettino bellissimo e mi commuovo, poi passo a spacchettare.. Sono molto contenta dei regali ricevuti e sono pronta vivere questa bella giornata di festa. In mattinata decidiamo di andare nello zoo della citta’, il Riverbank zoo and Garden.

DSC04206

In realta ci andiamo solo i ragazzi ed io mentre Daniele rimane fuori per fare delle riunioni telefoniche. Lo zoo e’ molto carino, ci piace soprattutto dar da bere il succo di frutta ai pappagallini che ricambieranno con un liquido diverso..portera’ bene anche questo??

DSC04223

La parte piu’ emozionante e’ stata invece dar da mangiare le foglie alle giraffe, che ce le hanno prese direttamente dalla mano e abbiamo avuto la possibilita ‘, per la prima volta, di accarezzare questi magnifici animali.

DSC04300

Molto bella anche la sezione relativa a rettili e anfibi. Non poteva mancare la foto della rana dedicata a Lucia 🙂

DSC04264
Verso l’ora di pranzo siamo andati a prendere Daniele che aveva appena finito l’ultima call e insieme ci siamo diretti al Punjabi Dhba, la mia scelta per il compleanno e’ stata quella di un ristorante indiano. Ho completamente sottovalutato il fatto che fosse tutto piccante, ci sarebbe voluto Oscar per mangiare tutto. C’era un buffet con varie specialita’, tutte da far cadere la lingua secca.

DSC04322

Raffaello ha mangiato solo riso in bianco, chapati (una sorta di pane-piadina) e anguria. Noi ci siamo lanciati a provare i vari piatti. Ad un certo punto ho seriamente pensato che le mie  labbra potessero emettere fiamme. In compenso ridevamo di continuo, perche’ appena bevevamo  un po’ d’acqua la proprietaria arrivava di corsa a riempirci il bicchiere con la brocca. Addirittura e’ riuscita a riempire il bicchiere di Beatrice mentre lei stava bevendo. Anche se il top l’ha raggiunto con Raffaello che non voleva farsi riempire di nuovo il bicchiere e se lo teneva stretto. Lei e’ andata via e ..spettacolo..sottovoce come il film di Terminator ha detto..I will be back..( tornero’..). Cosi’ ogni volta che tornava alla carica per metterci acqua non riuscivamo a trattenere le risate..
Il pomeriggio ci siamo rimessi in viaggio per avvicinarci a casa, dato che ormai manca poco al rientro. Il viaggio e’ stato divertente e ci ha permesso di fare notevoli passi avanti. Ora abbiamo proprio voglia di tornare a casa e riprendere tutte le attivita’.
Tappa del pomeriggio la citta…citta’ e’ un parolone… paese di Waterboro.

DSC04332

Con un lungo e scenografico viale composto solo di negozi di antiquariato e nessuna persona in giro. Siamo entrati in un negozio che.. pazzesco.. vendeva quasi solo addobbi natalizi… a Waterboro..  I due proprietari ci hanno placcati tutto il tempo, cercando di venderci ogni tipo di decoro e ci sentivamo di nuovo in uno di quei momenti alla “esci se riesci”…

DSC04335
Nuovamente in auto verso Kingsland, la terra del Re, con una cena da Angelos, una pizzeria italiana che fa una pizza molto buona anche se in stile americano, poi in albergo per smaltire le attivita’ online, e  poi a nanna.
Il lungo viaggio di oggi ci ha dato anche la possibilita’ di fare delle nostre riunioni interne relative alle varie attivita’ del Bogiatto Group. Mentre ci confrontavamo ho fatto una riflessione riguardo al famoso gruppo dei pari e dei dispari.
Di primo acchito puo’ sembrare che il gruppo dei pari sia quello corretto e quello dei dispari quello meno valido. In realta’ ho riflettuto sul fatto che gruppo dei pari significa semplicemente gruppo di simili. Anche un gruppo di persone con un comportamento fallimentare che stanno insieme costruiscono un loro gruppo dei pari. In questo caso ,tra tante persone che fanno scelte di vita lontane dalla proprie e’ bello considerarsi un elemento dispari, andando a ricongiungersi o ricercare il proprio gruppo di pari…

Essendo in viaggio oggi non ho potuto soffiare sulla torta, lo faccio simbolicamente ringraziando la Vita per il magnifico anno trascorso insieme alla mia splendida famiglia e alle meravigliose persone che ci accompagnano in questo terrestre cammino.

Non avrei potuto chiedere di piu’… quindi avrei potuto… eh no.. in questo caso non vale…quindi vale… oh..accidenti alla grammatica conversazionale!    Grazie a tutti!!!!!

Jenny

images

About Jenny Bogiatto

3 Comments

  • Terry Bertelli ha detto:

    Sei una donna meravigliosa e una costante ispirazione per me… Grazie … Sono veramente felice di averti conosciuto e di poterti presto riabbracciare di persona … Tvb

  • Jenny Perotti ha detto:

    Grazie Terry, sono fiera di essere tua amica..

  • Paolo Mason ha detto:

    Leggo sempre tutto d’un fiato i tuoi post, è sempre bello e ispirante per me e vedo con più chiarezza la proiezione della mia famiglia. Mi e’ piacciuta la riflessione del gruppo di pari e dispari, grazie Jenny

Leave a Reply

Your email address will not be published.