Jenny Space. Questa mattina ci siamo  svegliati con calma e abbiamo recuperato del lavoro ai nostri laptop Apple, cosi’ siamo partiti solo alle 10.15 in direzione Washington DC. La capitale degli Stati Uniti non e’ stata fondata in uno degli stati all’epoca già esistenti per non fare favoritismi. Vi e’ un piccolo territorio autonomo in cui si trova Washington DC che si chiama Distretto di Columbia, fondato nel 1790,di qui infatti la sigla DC dopo il nome.

DSC02386

Verso le  13.00 siamo finalmente arrivati al nostro Hotel e gia’ siamo entrati nell’aria governativa del luogo, dato che un poliziotto ci ha chiesto i dati anche solo per poter entrare nella piazza in cui si trova il  nostro albergo che piacerebbe sicuramente a Oscar dato che all’interno c’e’ uno Starbucks! Subito  dopo aver depositato i bagagli in camera siamo usciti a piedi alla scoperta della citta’ e ci siamo imbattuti nei classici carrettini di hot dog tanto comuni anche a New York.

DSC02296

Alzando gli occhi siamo stati attratti dall’obelisco del memoriale a George Washington

DSC02307

e dopo averlo visto abbiamo continuato a scarpinare lungo il Mall in direzione del Memoriale di Abramo Lincoln,

DSC02317

sede dell’enorme e spettacolare statua protagonista non solo di tanta storia ma anche di parecchi film, tanto che anche Raffaello la conosceva grazie al film di Transformers.

DSC02338

Ci siamo fermati un pochino a riposare con un gelato sulle lunghissime scalinate pieni di turisti accaldati. Dopo aver passato il caldo della Florida e della Georgia, questa temperatura ci pare quasi mite…quasi. Dopo una sosta ad un laghetto di nuovo in marcia direzione Casa Bianca!

DSC02345

Dopo un’altra lunga camminata per la citta’ siamo finalmente arrivati davanti alla mitica Casa Bianca e devo ammettere che fa un certo effetto vederla dal vivo, dopo averla osservata decine di volte in tv, nei film e sui giornali. Personalmente ho l’impressione che ormai sia solo piu’ un simbolo di rappresentanza e che il vero potere si svolga in altre stanze, non sembrava animata ma spenta, come se fosse un bellissimo guscio vuoto.

DSC02369

Naturalmente nei dintorni era tutto un brulicare di poliziotti in divisa e in incognito, cosi’ tanti che abbiamo avuto l’impressione che alcuni fossero sotto mentite spoglie di scoiattoli.. e non siamo ancora certi del contrario…

DSC02351

Subito dopo la Casa Bianca due foto di rito irrinunciabili per Daniele, quella davanti al Ministero del Tesoro

DSC02375

e l’altra imperdibile davanti alla sede centrale del Bank of America!

DSC02381

Nonostante il fatto che i nostri piedi iniziassero a dare segnali di resa abbiamo continuato a visitare la piacevole citta’

DSC02366

DSC02389

fino a che Raffaello si e’ chinato, ha preso una foglia secca, l’ha sbriciolata e guardandoci ci ha detto” Ecco, questi sono i miei piedi”. Dopo quasi 6 ore di camminata in effetti eravamo tutti un filo stanchini, cosi’ controllando il percorso su Google maps abbiamo realizzato che a piedi avevamo ancora circa mezz’ora di stada fino all’albergo e ci siamo decisi a provare il metro di Washington anche se  oramai ci serviva solo per 2 fermate . In effetti tra prenderlo e poi percorrere i sotterranei fino all’uscita non so quanto tempo abbiamo risparmiato, e’ stato piu’ un sollievo mentale. Usciti dal metro’ come un miraggio abbiamo incrociato una paninoteca in cui cenare e approviggionarci di altra acqua, dato che ne consumiamo cosi’ tanta stando tutto il giorno fuori che ci servirebbe un acquedotto portatile o almeno un carretto personale.

DSC02357

Oggi piu’ volte ho visto uomini parlare negli auricolari mentre si guardavano in giro o facevano passare delle auto. Queste stesse scene in realta’ non mi parevano nuove, tanto le avevo gia’ viste in tv e al cinema. Cosi’ ho pensato a quanto la nostra vita vera e quella dei media  si siano fuse, dandoci una visione nuova di cio’ che ci circonda, una vera nuova dimensione che miscela ricordi veri con immagini registrate. Questo nell’era della grande informazione ci conferma piu’ che mai che il vero potere, in questo periodo storico, non solo le informazioni ma la nostra capacita’ di selezionare le stesse.

About Jenny Bogiatto

4 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.