Facebook – reiterazione del messaggio, visibilità o ridondanza?

E’ innegabile che Facebook sia oggi, in Italia, lo strumento più potente e più semplice da utilizzare per lavorare prima di tutto sul personale brand. Riportare nel proprio profilo il nostro mondo, la nostra vita esattamente per quello che è rappresenta la strada maestra per trovare persone che si interessano a noi. Se in questo momento ti stai facendo la domanda “e la privacy?” la risposta è “la privacy sulla rete non esiste!”. Pubblica solo quello che ti fa piacere condividere con il mondo, il resto lascialo fuori. Detto questo, il passo successivo è chiedersi se bastano i contenuti per avere il traffico, la visibilità, l’attenzione degli altri nei nostri confronti. La risposta è negativa. Conten is king, come dicono gli americani, ma senza un reame ricco di messaggeri nessuno arriva al re o alla regina.

KING_PINARELLA_LOGO.jpg.big

che diventa fondamentale comprendere bene la miscelazione tra tecnica e psicologia. Facebook presenta due tipi di “bacheca”. Una personale, quella che puoi visualizzare una volta entrato nel tuo account cliccando su profilo e una pubblica che puoi visualizzare cliccando su home. Ogni volta che pubblichi qualcosa sul tuo stato d’animo tale contenuto viene pubblicato su tutte e due le bacheche. Nel momento in cui fai tale azioni ottieni l’attenzione dei tuoi amici che vedendo scorrere nei vari post sulla bacheca pubblica possono decidere di leggere, commentare o semplicemente si accorgono della tua presenza. Quello che però sfugge a molte persone è che il nostro messaggio rimarrà visibile per poco tempo perchè scenderà scavalcato dalle altre centinaia di messaggi di altri amici. Se hai un blog personale (come spero, è un elemento fondante del personal brand) e hai fatto il collegamento con gli strumenti automatici che pubblicano sul tuo profilo l’ultimo tuo articolo ottieni ulteriore visibilità. Qui interviene il concetto di ridondanza, cioè la ripetizione dello stesso messaggio più volte in un determinato spazio temporale. Sempre tramite tali strumenti puoi far pubblicare il tuo articolo più volte nella stessa giornata facendo in modo che appaia con una cadenza di un certo lasso di tempo tra una pubblicazione e l’altra. Attenzione. A questo punto sulla tua bacheca personale vedrai un effetto di ridondanza che a prima vista potrebbe non andare bene, potrebbe farti pensare che stoni come tipologia di comunicazione. Ti faccio una domanda. Quando è stata l’ultima volta che hai visto, hai fatto scorrere e letto la bacheca personale di un altro utente facebook? Qui c’è la risposta. Noi guardiamo la nostra di bacheca, gli altri non la guardano quasi mai. Mentre invece su quella pubblica ottieni il risultato vincente perchè a seconda del momento in cui appare il tuo messaggio ottieni la l’attenzione di utenti sempre diversi.

traffico

Se qualcuno di essi aveva già visto apparire quel tipo di messaggio semplicemente non tornerà a leggerlo. A questo punto, tramite l’integrazione dei vari messaggeri e delle strade che portano al contenuto, se ciò che scrivi è di interesse, è di valore tutto funzionerà al meglio perchè hai messo insieme gli elementi della ricetta perfetta! Puoi vedere questa costruzione di incroci visitando la mia bacheca personale di facebook e trarne lo spunto che ti serve per migliorare il tuo personal brand aggiungendo flussi di comunicazione supplementari!

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.