Daniele Bogiatto intervista Maria Ghilla Gaetani dell’Aquila d’Aragona

Incontro Maria Ghilla Gaetani dell’Aquila d’Aragona nella hall del Hotel “Hermitage” alla fine della premiazione dell’VIII edizione del Monte Carlo Film Festival della commedia.

Il mio intento è quello -tramite il blog e quindi il web- di portare alla luce dei riflettori il valore, i contenuti e il cuore di un mondo che alla maggior parte delle persone (che sono fuori al di fuori del Principato) può apparire solo come una lontana vetrina lussuosa.

Non potevo incontrare una persona migliore di Ghilla di Canossa, per aprire la sezione VIP di questo blog.

Ghilla ti trasmette immediatamente un calore e una cordialità sincera e mentre parla mi conferma ciò che di lei avevo saputo precedentemente. Una donna di grande cuore, che profonde impegno ed emozioni nell’aiutare le altre persone e che, nonostante in questo momento non abbia intrapreso ancora la sua strada sul web, ha le idee chiare su quale sia il futuro delle associazioni.  Questo è un concetto che esporrà approfonditamente anche il premio Nobel per la pace Prof.Muhammad Yunus, che incontrerò nel pomeriggio.

 

Alla fine dell’incontro Ghilla mi lascerà la certezza di aver incontrato un nobildonna di nome e di animo.

Daniele: Ghilla, vorrei iniziare parlando del tuo impegno in ambito associativo: di cosa ti occupi?

Ghilla: Mi occupo attivamente della raccolta fondi per l’ AIRC (Associazione Italiana  per la Ricerca sul Cancro) per la sezione del Veneto.

D: Quali sono le attività che svolgi?

G: Organizzo le attività, come le cene di charity, al fine di poter sensibilizzare coloro i quali vogliono contribuire attivamente alla ricerca.

D: Te ne occupi anche qui a Monaco?

G: Sì, me ne occupo direttamente insieme a Madame Proust.

D: Utilizzi il web come strumento per fare questo tipo di attività?

G: No, non lo abbiamo mai usato.

D: Come mai?

G: Non conosco il web e non ci ho mai pensato, anzi devo dirti che non ci abbiamo proprio pensato neanche in Associazione.

D: Mi hanno parlato di te anche in ambito artistico, riguardo alla tua propensione al mecenatismo, è vero?

G: No, non direttamente. E’  mio marito che se ne occupa attivamente. E’ una parte importante di ciò che sta portando avanti in questo momento e con grande passione.

D: Hai mai miscelato questi due aspetti, il mecenatismo finalizzato agli artisti emergenti con l’attività di charity?

G: No, non lo abbiamo mai fatto e non ci abbiamo ancora pensato

D: Torniamo alla tua importante attività, cosa ne pensi del sistema attuale di charity?

G: Penso che in qualche modo sia diventata una attività difficile, perché a volte il mondo in cui viviamo diventa troppo superficiale e soprattutto perché mi rendo conto che tutto è cambiato e sta cambiando molto velocemente.

Secondo me è un errore credere che la beneficenza sia solo chiedere denaro a chi lo possiede .

Non so ancora come, ma ritengo che il futuro sia avviare attività che producano denaro per le associazioni in modo da renderle parzialmente autonome.

D: Quindi se oggi, come accade sul web, potessi avviare tutto questo cosa vorresti ottenere?

G: Vorrei fare in modo di portare avanti delle iniziative e degli incontri di sostanza che possano dare un beneficio a chi vi partecipa. Vorrei contribuire in maniera profonda e concreta al futuro delle associazioni come l’ AIRC, che hanno una missione molto importante e dalla cui ricerca dipende la vita di molte persone

D: Cosa stai organizzando prossimamente?

G: Il prossimo evento sarà un concerto di una pianista che io ritengo eccezionale, organizzato per il 16 gennaio alla Filarmonica di Verona. L’ingresso sarà gratuito.

 

D: Come mai hai deciso per un ingresso gratuito?

G: Perché penso che questo sia il modo giusto per sensibilizzare anche le persone che sino ad oggi non si sono ancora avvicinate al mondo della beneficenza.

dan bogiatto

About dan bogiatto

Ideatore del metodo Business Family Engine, presidente e co-fondatore del Bogiatto Group, Dan Bogiatto, insieme a sua moglie Jenny, i suoi figli e tutta la famiglia intenzionale, ha votato la sua vita ad aiutare tutte le persone che lo desiderano a sviluppare e implementare l'impresa a controllo famigliare ottenendo un BUSINESS di successo INSIEME a una FAMIGLIA di successo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.