Buio profondo sino a vedere la luce, Jenny è salva…..per un periodo non scriverò.

Lunedì sera 16 agosto, sembra per noi un data come altre. Jenny all’ improvviso si accascia con dolori fortissimi all’ addome. Sono le 19, metto tutti in macchina e mi dirigo subito alla prima Walk In Clinic (è simile alla guardia medica italiana). Durante la visita Jenny sta sempre peggio e accenna svenimenti. Il dottore mi dice che per quello che sanno e possono fare loro non sono il posto giusto. Mi comunica quindi che possono produrmi il foglio per il ricovero in ER di un un ospedale (è come il nostro pronto soccorso) ma che sta a me decidere se andare o meno. Tutti in macchina e mi dirigo verso l’ ospedale più vicino. Alla reception mi chiedono se voglio far fare a visita o se voglio attendere il giorno dopo per verificare se sta meglio o meno. Io insisto che preferisco entrare subito.
Sono le 21 e rimango con i bambini sino alle 23,30 in sala di attesa. Esce un medico e questo mi preoccupa subito, molto. Si avvicina, si presenta e mi dice di stare tranquillo e che Jenny è incinta ma si tratta di una gravidanza extrauterina. Ha perso molto sangue per una forte emoraggia interna e devono operarla d’urgenza. Non ci sono altre soluzioni ed anzi devono agire rapidamente. Entriamo per vederla, comincia ad essere assente, le tengo la mano, le dico che andrà tutto bene ed esco per portare i bambini a casa dove mi raggiungono Max ed Oscar che staranno con loro per tutta la notte.

Io torno subito in ospedale, Jenny è entrata già in sala operatoria. Mi fanno salire al secondo piano nella sala di attesa della sala operatoria. Sono solo in un silenzio assoluto ad osservare il monitor che lampeggia sullo stato dell’ operazione.  Passerò il tempo in silenzio ed immobile a guardare tale luce sino alle quattro di notte, pregando di rivederla. Lo stato del monitor cambia e dopo poco esce il medico chirurgo. Mi sorride e mi dice che è tutto a posto. Aveva già perso oltre due litri di sangue ma tutto è andato per il meglio. Gli stringo la mano e lo ringrazio, mi accompagnano dentro. Dopo poco si sveglia dall’ anestesia, le tengo la mano e le sorrido. Cerco di stare calmo anche se dentro sono totalmente fuori asse. Insieme ai medici andiamo nella stanza dove passerò la notte accanto a lei. Adesso Jenny è a casa in convalescenza ed io penso a come in tali momenti qualcuno ci guida, ci aiuta, ci dirige con un’ intelligenza invisibile per aiutarci a continuare la nostra vita.

Io oggi mi sento lacerato da emozioni contrastanti. Da una parte sono l’uomo più felice del mondo perchè tutto è andato per il meglio.
Dall’ altra adesso che ho smesso di controllare il panico e l’ansia che ho provato in tutta la fase difficile mi sento fuori asse e in una sorta di limbo.
Per tale motivo non scriverò sul blog site per alcuni giorni sino a quando non mi sento meglio, ho bisogno di ascoltarmi, di tranquillizzarmi, di recuperare mentre tutto quello che è necessario venga messo in atto per la sua guarigione. Ho bisogno di spegnere qualche luce per riaccenderla quando mi sento pronto.

Mi sento solo di dire grazie.

 

17 Comments

  1. Oscar Platone scrive:

    Caro Daniele, come sai vi siamo vicini. Oggi è stata una grande gioia vedere Jenny ridere!

  2. christian casalena scrive:

    Daniele Jenny, vi sono vicino . Un’abbraccio.

  3. Piergiorgio Merlatti scrive:

    Ciao Daniele, siamo vicini a Te e Jenny, seppur ci divida un oceano, il nostro cuore è li con Voi.
    Dai un forte abbraccio ed un bacio a Jenny da parte nostra.

    Mariagrazia, Piergiorgio, Lucrezia e Rodrigo

  4. lucia merico scrive:

    Prego per tutti voi nella certezza che tutto andrà per il meglio. Vi abbraccio con affetto.

  5. Ciao Daniele,
    ti mando un forte abbraccio a te e alla tua famiglia e un augurio di pronta guarigione a Jenny.

  6. rosa seminato scrive:

    Miei cari Jenny e Daniele, sono rimasta commossa da questa notizia e dalla sua felice conclusione. La vostra famiglia unità supererà questo momento di dolore per poi riprendere il cammino più forti e sereni.
    Auguro una pronta guarigione a Jenny e vi abbraccio tutti.

    aurora

  7. Dario Rago scrive:

    Sono rimasto scosso dell’accaduto ma felice che tutto si sia risolto per il meglio. A Jenny lascio l’augurio di una pronta guarigione a te Daniele la forza di accompagnarla di nuovo e presto a godere della luce di sempre. Resto vicino a voi con la preghiera.

  8. federico schneider scrive:

    Forza Jenny!
    Un abbraccio forte da parte mia, la tua grande vitalità ti permetterà di tornare prestissimo in forma.
    Federico

  9. Il richiamo alle cose Importanti sceglie spesso la Via della sofferenza, ma avendo comPreso il Messaggio, questa si rivela per quella che è: Solo Amore. Shalom

  10. Gianni Lardizzone scrive:

    Ciao Daniele.
    Siamo rimasti senza parole anche noi! Un forte abbraccio da tutti e se avete bisogno di qualcosa siamo disponibili.

  11. Maria Vicenti scrive:

    Come sempre, appena accendo il PC. La prima pagina che leggo è la tua. Ho letto col fiato sospeso, provando mille sentimenti,poi ho visto la luce….. Quella che continuerà a illuminare il vostro cammino. Sono lì vicino a te Jenny, ti abbraccio e so che leggerai le parole che non scriverò. A te Daniele che per un momento hai visto il buio,prenditi tutto il tempo necessario per risorgere. La tua Luce è Jenny e i tuoi tre figli.

  12. In questi casi ogni commento è inutile. Aspetto il prossimo post scritto da Jenny per essere felice con lei.
    Buon vento Jenny.

  13. Mi è mancato il fiato per alcuni secondi…..poi, per fortuna, ho letto quello che speravo!
    Daniele, fortunatamente la tua abitudine nel prendere decisioni rapide e risolute è servita in uno dei momenti più importanti e decisivi della tua vita.
    Altre parole non servono, gli abbracci a profusione si!
    Mario

  14. Danilo Gualà scrive:

    Ciao Daniele, mi dispiace per quello che ti è successo, per fortuna è andato tutto bene.
    Un abraccio a te, Jenny e soprattutto ai tuoi 3 piccoli che si saranno spaventati tantissimo. A presto

  15. Paolo Mason scrive:

    Ciao Jenny e Daniele, ho letto col fiato sospeso la notizia e anche se non ci conosciamo profondamente sono rimasto commosso da questa notizia e dalla sua felice conclusione, io ho vissuto la stessa situazione alcuni anni fa e so cosa si prova aspettare fuori della sala operatoria, la vita ti passa davanti tutta in un istante.
    Sono in questi casi che le risorse accumulate in anni di lavoro interiore, di coppia, di famiglia e con gli amici dimostrano tutta la loro forza.
    La vostra famiglia supererà questo momento e saprà dare la giusta lettura dei fatti per riprendere il cammino.
    Da parte mia sicuramente una preghiera per voi, soprattutto per Jenny.
    Auguro una pronta guarigione a Jenny e vi abbraccio tutti.
    Paolo

  16. Luca Gentiluomo scrive:

    Cavolo, leggo solo ora…io ed Erika siamo vicini a te, Jenny ed i bambini…il peggio è passato ed ora potrete godere nuovamente della presenza, della gioia e della vitalità di entrambi, sempre insieme e sempre affiatati e complici come lo siete stati fino ad ora e continuerete ad esserlo…

  17. Davide Imparato scrive:

    Forza Daniele! Ti siamo tutti vicini… un abbraccio a Jenny…

    Davide

Leave a Comment

 
 



 

Recent Comments

  • Alex Stampatore: Chiedere, durante una business coaching, di redigere un budg…
  • Dan Bogiatto: Ciao Alessandro, grazie per il tuo commento. Vado a leggere …
  • stefania.suriano: straordinario anche il video!!! l'energia sottile è un qual…

Ultime Foto

Apertura_TheGamepalco_TheGame1911696_492559930856051_146085017_n1794599_492560027522708_1626087740_n1969373_492560154189362_1347726302_n1622633_492560187522692_943630462_n1974983_492560254189352_457028660_n1798393_492560424189335_303519599_n